Canon scivola sui piatti

Stampanti e perifericheWorkspace

Secondo un tribunale americano, la multinazionale giapponese avrebbe violato
la licenza sui brevetti relativi alla tecnologia Sed per gli schermi piatti

Canon colpevole di aver violato l’accordo firmato con la società Nano Proprietary relativo all’utilizzo dei brevetti della tecnologia Sed (Surface conduction electron emitter display) destinata agli schermi piatti. E’ quanto afferma una sentenza di un tribunale del Texas (Usa) presieduta dal giudice Samuel Sparks. La società texana Nano Proprietary, che aveva siglato un accordo di collaborazione con Canon sulla tecnologia Sed nel 1999, aveva intentato la causa nel 2004, dopo che Canon aveva firmato un accordo con Toshiba. Secondo Nano Proprietary, i suoi brevetti non potevano essere estesi anche a Toshiba, ma sarebbero dovuti essere sviluppati dalla sola Canon. Il giudice ora le ha dato ragione. La sentenza è sicuramente una doccia fredda per Canon. Il comparto degli schermi piatti, a detta degli analisti, è valutato intorno a 84 miliardi di dollari e la società giapponese aveva deciso di entrarvi alla grande. Ora Canon e Nano Proprietary dovranno rivedere gli accordi, anche perché i prodotti basati su tecnologia Sed dovrebbero essere pronti nei prossimi mesi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore