Canon: video e foto assieme

AccessoriWorkspace

Le nuove videocamere MVX20i e MVX25i non si limitano ai filmati, sono
anche fotocamere da 2 megapixel.

Darwin l’avrebbe detta una convergenza evolutiva: specie diverse che vanno sempre più identificandosi. Come il Lupo della Tasmania, un marsupiale, e il cane, un mammifero. I nuovi modelli della Canon, siglati MVX20i e MVX25i, sono il risultato dell’evoluzione della videocamera e della fotocamera. Entrambi possono riprendere immagini in movimento, da rivedere nel televisore di casa e immagini fisse, da stampare. In questo caso non si tratta di semplici stampe dai fotogrammi del video. Gli apparecchi incorporano uno speciale Ccd, che funziona sia da sensore video da 1.77 Megapixel, sia da sensore fotografico da 2 Megapixel. Ciò è possibile grazie a speciali algoritmi per il campionamento delle immagini digitali. I video sono registrati su cassette MiniDv, le foto su schede Sd o Mmc. Entrambi i modelli offrono tutte le funzioni, tipiche di una videocamera e di una fotocamera di fascia media. Addirittura è possibile stampare direttamente dalla video/fotocamera le immagini fotografiche, con una stampante compatibile PictBridge. Non c’è bisogno di computer e il formato raggiunge 15×21 centimetri. Gli obiettivi dei due apparecchi sono zoom di escursione 12x/240x nel modello MVX20i e 14x280x in quello MVX25i. La superficie delle lenti è trattata con lo speciale rivestimento, brevetto Canon, SuperSpectra, capace di ridurre aberrazioni cromatiche e immagini parassite. Il modello MVX20i dispone di 8 modalità di scatto, quello MVX25i di due in più, tra cui quella Night. Permette di riprendere senza faretti quasi al buio. I software a due vie Dv Messenger, di cui gli apparecchi sono dotati, consentono lo scambio di dati audio e video tramite Internet e l’uso come webcam collegata al computer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore