Canone e Open Access, i rivali di Telecom Italia chiedono alla Ue di vigilare

NetworkProvider e servizi Internet

Mentre AgCom valuta l’offerta di Telecom Italia senza canone, Fastweb e i concorrenti di Telecom vanno dal Commissario Ue, Viviane Reding, per far luce sulle decisioni dell’Authority

Tramontata (forse definitivamente) l’ipotesi dello scorporo della rete, a favore di Open Access, Telecom Italia finisce di nuovo sulla graticola, additata dai suoi competitor.

Oggi Fastweb verrà ricevuta dal Commissario Ue, Viviane Reding, per protestare contro le decisioni dell’AgCom. Ma anche Tiscali, Wind e Tele 2 (di Vodafone) sono contrarie al via libera dell’Authority, guidata da Corrado Calabrò, sia all’aumento del canone che al varo di Open Access .

L’Autorità delle Tlc sta inoltre valutando l’offerta di abbonamento senza canone di Telecom Italia: secondo Fastweb, si tratterebbe di un’offerta illegittima. Soprattutto all’indomani dell’incremento del canone Unbundling di Telecom, concesso dall’AgCom in cambio degli impegni sulla Rete. Impegni, già definiti da tempo dai rivali come insufficienti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore