Carissima Stampante

Management

Il mercato delle stampanti è in continua evoluzione e molte aziende stanno pensando di sostituire il proprio parco macchine.

L’evoluzione tecnologica delle apparecchiature per la stampa da ufficio ha avuto una fortissima accelerazione negli ultimi anni; oggi, grazie all’introduzione di macchine con prestazioni sempre maggiori e contemporaneamente più economiche, sia nel prezzo di acquisto che nella manutenzione, molte aziende stanno spostando la loro attenzione verso soluzioni a colori. Il mercato si divide tra soluzioni a tecnologia inkjet, per lo più rivolte a una clientela privata e verso aziende che lavorano in specifico nel mondo dell’immagine, ma anche a piccole imprese; e sistemi a tecnologia laser, le più appetibili dalle imprese in senso lato. Si stanno inoltre facendo strada le soluzioni multifunzione (Mfp, multifunctions peripherals), che raggruppano in un’unica macchina più utilizzi: dal fax alla fotocopiatrice, dalla stampante allo scanner. Questi sistemi si stanno diffondendo moltissimo in Italia e potrebbero rivelarsi, secondo gli esperti, le soluzioni con il più alto tasso di crescita nei prossimi anni. Da sottolineare la forte propensione al colore delle aziende, non solo per una scelta estetica, ma soprattutto per il fatto che oggi stampare a colori costa sostanzialmente quanto il bianco e nero. Gli analisti evidenziano come la produzione delle pagine colore crescerà notevolmente, con punte superiori al 25% in Europa e con un andamento simile per l’Italia nel prossimo quinquennio. Il mercato inoltre, proprio per l’abbassamento dei prezzi registrato negli ultimi anni, si sta spostando verso soluzioni con una velocità di stampa più elevata, dalle 10 pagine al minuto in su. Una forte crescita, come accennato, è prevista anche per il settore multifunzione, soprattutto nel segmento delle piccole medie aziende, che vedono in queste soluzioni una scelta particolarmente adatta alle proprie esigenze. Secondo le stime, in Italia si potrebbe avere un incremento superiore al 50% dei sistemi multifunzione nel segmento SoHo e small business entro il 2007. Determinante sarà la presenza della tecnologia inkjet, soprattutto tra le piccole aziende italiane, mentre quelle con più di cento dipendenti si dovrebbero orientare maggiormente verso soluzioni laser. Stampare, una esigenza. Nell’era in cui la tecnologia governa in qualsiasi settore, dove la comunicazione è sempre più virtuale (in Italia sembra siano stati inviati oltre 70 miliardi di messaggi di posta elettronica, per il 90% di tipo business), il documento cartaceo rimane una presenza importante. Le persone non abbandonano questo mezzo, che viene preferito a qualsiasi altro sia sul lavoro sia per uso privato. Una tendenza che gli esperti ritengono proseguirà ancora per molti anni. E’ evidente quindi l’importanza che ha la scelta di un sistema, piuttosto di un altro, all’interno di una impresa. Per le piccole medie aziende, che debbono frequentemente combattere contro mercati in difficoltà e budget ridotti, scegliere una soluzione o l’altra non può essere dettata dalla casualità, ma deve tenere conto delle singole necessità e deve essere messa in relazione ai vantaggi che un sistema può offrire in un determinato contesto. I maggiori produttori del settore si rivolgono alle Pmi con soluzioni sempre più pensate e progettate per loro. Canon è da tempo attiva nel comparto delle Pmi con specifiche strategie commerciali e produttive, che le hanno permesso di essere un interlocutore di riferimento. Il suo obiettivo è far capire alle aziende quanto sia importante integrare hardware a soluzioni e servizi, con contratti estremamente pratici e flessibili che comprendono non solo vendita e finanziamenti, ma anche proposte di noleggio. Umberto Pascoli, office market product manager, afferma che per favorire l’approccio a questo segmento di mercato, “Canon ha sempre investito molto nella capillarità e competenza della propria rete di vendita completata, negli ultimi anni, con il network in franchising dei Canon solution center. L’iniziativa dà la possibilità anche alle più piccole imprese di avere un rapporto diretto con il vendor, attraverso personale qualificato e orientato a trovare la soluzione migliore nell’ampio portafoglio; in grado di accompagnare il cliente, anche dopo la vendita, con un’assistenza specializzata, sollecita ed efficiente?”. L’approccio di Epson vede l’azienda impegnata ad ampliare la propria azione verso le Pmi, con l’obiettivo di coinvolgere 100mila aziende entro marzo 2004 e di allargare la propria attività sino a 500mila nel prossimo anno fiscale. “?Il nostro messaggio ? spiega Massimo Pizzocri, direttore marketing di Epson Italia – è legato soprattutto alle soluzioni di cui i nostri prodotti sono il cuore tecnologico. In particolare è legato al colore in ufficio come mezzo per migliorare e rendere più efficace la comunicazione. I documenti che vengono utilizzati in azienda sono almeno di tre tipi: documentazione per archivio, dove si pone particolare attenzione al costo copia e all’efficienza di produzione; documentazione per comunicazione interaziendale, nel quale il colore abbrevia i tempi decisionali e aumenta l’efficacia dei messaggi; documentazione promozionale, che ha come scopo la promozione di un’idea/prodotto. In questo caso il colore gioca un ruolo essenziale”. “La tecnologia ? afferma Emilio Piva, general manager imaging e printing group di Hp Italia – può costituire un elemento di vantaggio competitivo per le Pmi, soprattutto dal punto di vista del miglioramento dell’efficienza dei processi interni e della gestione dei rapporti con clienti e fornitori. Partendo da queste considerazioni, Hp ha sviluppato Smart Office, l’iniziativa finalizzata a eliminare la complessità delle scelte legate all’It e ad aiutare le Pmi a ottenere ritorni concreti dai propri investimenti? La strategia si basa su alcuni principi guida: offrire al cliente le giuste competenze e la tecnologia più efficace, semplificare l’acquisto e la gestione della tecnologia; vogliamo diventare il partner tecnologico di riferimento, ovvero il primo vendor cui l’azienda si rivolge per tutte le esigenze It. Obiettivo principale di Smart Office è la semplificazione delle decisioni e dei processi relativi all’It, permettendo al cliente di concentrarsi sul proprio core business. Grazie a noi, l’impresa può costruire l’infrastruttura informatica più adatta, scegliendo fra una vasta gamma di soluzioni avanzate e semplici da gestire, capaci di evolvere in sintonia con la crescita dell’azienda. Hp prevede inoltre l’aggiornamento e l’attuazione di nuovi servizi e programmi specifici, volti a semplificare la gestione delle infrastrutture implementate. Le Pmi hanno a disposizione un portafoglio di servizi completo: l’assistenza per l’installazione e la manutenzione hardware e software; i servizi tecnici per l’implementazione e la verifica dei sistemi e degli ambienti operativi; i servizi personalizzati per rispondere a esigenze specifiche”. “Al mondo delle piccole e medie imprese ? spiega Marcello Fiocchi, marketing manager Ibm printing systems division south region – proponiamo soluzioni di stampa che si integrano perfettamente nei sistemi gestionali aziendali e che offrono il vantaggio della modularità per soddisfare, con sistemi multifunzione, esigenze d’ufficio molteplici per il contenimento dei costi di investimento e di gestione. I dispositivi Mfp Option permettono funzioni di scansione a colori e monocromatica, copia, fax ed e-routing. Il design flessibile e modulare rappresenta un reale vantaggio competitivo per Ibm, che può assicurare importanti benefici ai propri clienti. Effettuare l’upgrade di una stampante inserendo una Mfp Option estende, infatti, le sue funzionalità e ottimizza l’utilizzo dello spazio, del tempo e della tecnologia”. Lexmark ha messo in piedi un programma specifico per le Pmi, volto a offrire le soluzioni più adatte alle diverse aziende. “Il programma ? spiega Pietro Renda, direttore marketing di Lexmark – è declinabile in tre punti principali: 1) un sito Internet (www.pmi.lexmark.it/) aggiornato con le offerte prodotto. Il sito è interattivo e risponde in modo semplice alle esigenze/richieste dei responsabili informatici interni alle aziende; attraverso un configuratore elettronico, che funge da consulente, l’utente è in grado di individuare la stampante che fa al caso suo. 2) Un’ampia gamma di prodotti (ben 60 tra inkjet, laser e multifunzione), tra cui i nuovi modelli: Lexmark X215, il primo multifunzione All-in-One laser 4-in-1, dotato di alimentatore automatico dei documenti e fax ad alta velocità, a soli 620,00. Lexmark E220, tra le più veloci stampanti laser monocromatiche al prezzo di 260,00 euro. Con la E220 rispondiamo alle esigenze dei consumatori più esigenti. La stampante si distingue per il design poco ingombrante, l’economicità, la velocità e la qualità di stampa eccellenti. 3) Una supervalutazione dell’usato, che permette alle aziende di sostituire il proprio parco stampanti con modelli aggiornati e più funzionali. Oki si rivolge alle Pmi con soluzioni che prevedono la stampa a colori. “?Al massimo ? sostiene Romano Zanon, responsabile marketing canale e Pmi in Oki – potremmo parlare di prodotti che a noi piace definire «2 in 1», cioè stampanti a colori che possono tranquillamente produrre stampe in bianco e nero, senza penalizzare l’utente con costi superiori, quando quest’ultimo preferisce stampare in monocromatico? Le principali soluzioni possono riassumersi in unico progetto che caratterizzerà la proposta nei prossimi mesi e che è stata definita “Ihp” (In house printing). Con “Ihp” Oki propone di utilizzare le proprie stampanti a colori e alcuni speciali tipi di media, per la realizzazione in casa di vari tipi di stampati come: carta intestata, biglietti da visita, banner per locandine, copertine per Cd, report finanziari, company profiles, piani di lancio per nuovi prodotti. Tutto questo è realizzabile solo con stampanti professionali ad alta produttività. Provate a pensare quanto tempo occorrerebbe per stampare in proprio 50 fascicoli di un report finanziario a colori composto da 12 pagine e quale spesa, con una stampante a getto d’inchiostro. Non meno di 5 ore di lavoro, senza contare il tempo per almeno 5 o 6 reintegri di carta, o per sostituire una o più cartucce esaurite. Con una Oki serie C5000 invece, grazie alla velocità di stampa di 12 pagine al minuto, alle cartucce da 5000 pagine e al cassetto carta da 350 fogli, sono sufficienti poco più di 50 minuti. Immaginate di dover chiedere al tipografo di stamparvi biglietti da visita o carta intestata: quante copie ne dovrete commissionare per ottenere prezzi ragionevoli? Tantissime. Con una C5000 potete realizzare tutto da voi senza problemi di quantità, stampando solo quello che vi serve nell’immediato. Senza così incorrere in problemi di stoccaggio o rischi di dover buttare il materiale a causa di piccole variazioni. Oki è fortemente convinta che la filosofia Ihp finirà presto per affermarsi in tutte le aziende, e in particolar modo nella Pmi, proprio per le caratteristiche di velocità di risposta e di flessibilità che la caratterizzano”. Xerox ha recentemente ampliato la gamma di prodotti e servizi destinati alle Pmi: “In giugno ? dichiara Danilo Belloni, marketing manager Xerox Office Italia – sono stati presentati 21 nuovi prodotti avanzati fra i quali copiatrici digitali modulari ed espandibili, in grado di crescere assieme alle esigenze dell’azienda, multifunzione standard con funzioni di copia digitale e stampa in rete, e sistemi di nuova generazione per stampa, copia, scansione e servizi di document management. Con velocità variabili da 15 a 90 ppm, la nuova linea di prodotti offre un grande valore ai clienti grazie a una combinazione di funzionalità, design e prezzo decisamente interessanti. Sul fronte dei servizi c’è PagePack, il servizio per il supporto tecnico e la fornitura di consumabili dedicato alla piccola e media impresa. Commercializzato in esclusiva dai concessionari e dai partner di canale, PagePack è stato studiato per favorire un miglior controllo sui costi e sui processi di stampa e copia da parte dei clienti”. Garantire un’offerta ampia. I produttori mettono a disposizione un’ampia gamma di soluzioni, appositamente studiata per le piccole medie imprese. Questo, abbinato all’altissimo livello tecnologico raggiunto, consente a tutte le aziende di adottare il sistema più consono. In base alle esigenze attuali e spesso con l’opportunità di ampliarlo in caso di crescita del business. “Il nostro punto di forza ? prosegue Pascoli – risiede nei device di stampa e copiatura evoluti in veri e propri sistemi modulari che sono, ormai, in grado di crescere e soddisfare le esigenze che si presentano negli uffici. Questi prodotti, nati nel progetto Office iR, sono culminati con il lancio della recente tecnologia Meap, una soluzione su architettura Java personalizzabile ad hoc a integrazione dei sistemi d’ufficio. L’utilizzo del colore, oggi a costi accessibili, completa l’uso del bianco e nero soprattutto nell’ambito formativo e commerciale. Ogni azienda ha esigenze ben precise e l’approccio consulenziale di Canon permette di soddisfare le necessità, ottimizzando la spesa e centrando l’analisi sui volumi di stampa e sui bisogni qualitativi quali, ad esempio, colore e finitura, ponendo come elemento di confronto il Tco (Total cost of ownership)”. Per Epson si tratta di interpretare il colore in azienda a «tutto tondo», sostiene Pizzocri: “?L’output della videoproiezione per presentazioni efficaci e capaci di un forte impatto anche sotto il profilo della memorizzazione; l’output di stampa per la riproduzione a colori di alti volumi con 5 modelli di laser a colori disponibili in 14 configurazioni; output di stampa per la riproduzione a colori personale con le inkjet a colori con cartucce separate e inchiostri Epson DuraBrite per la stampa su carta comune e riciclata”. “Hp ? specifica Piva – opera allo scopo di aiutare le Pmi a comunicare in modo creativo ed efficace: fattore di vitale importanza per ogni realtà aziendale, che può diventare fonte di vantaggio competitivo per le imprese di piccole e medie dimensioni. L’offerta comprende dispositivi multifunzione che integrano stampa, scansione a colori, fino alla copia e trasmissione (scan to Pc e scan to mail) di documenti digitali; stampanti inkjet, come la business inkjet 1100 o la Deskjet 9300, per produrre documenti di alta qualità in modo rapido ed economico con chiara definizione del testo e colori nitidi e brillanti; stampanti laser a colori e monocromatiche (le color LaserJet 2500 e le LaserJet 4200) indirizzate in particolare ai gruppi di lavoro e nuovi scanner che assicurano risultati di alta qualità. Hp ha sviluppato inoltre nuovi tool per semplificare l’utilizzo e la gestione dei dispositivi di stampa in rete, come Total print management, soluzione che integra hardware, software e servizi; o Business document management, studiata per chi desidera passare dall’utilizzo degli strumenti cartacei al digitale; Jetdirect print server offre invece connettività di rete e mobile agli utenti che desiderano gestire le stampanti all’interno del proprio network”. Da unità di pura stampa a soluzioni multifunzione integrate, questa la proposta Ibm: “Con sistemi ? spiega Fiocchi – in B/N e a colori, velocità di stampa da 12 a 105 ppm e capacità produttive mensili diversificate. Inoltre le Pmi possono contare su proposte economiche personalizzate, che comprendono anche diverse possibilità di finanziamento, convenienti e trasparenti, in modo da sfruttare al meglio i vantaggi e le potenzialità offerte dall’e-business. I clienti hanno a disposizione un’ampia gamma di servizi e agevolazioni finanziarie. Grazie a Global financing, il costo dell’acquisto può essere ripartito lungo l’intero ciclo di vita del sistema, beneficiando anche di prestiti a basso costo e a tasso fisso. I servizi finanziari riguardano prodotti hardware e software di Ibm e dei business partner, sia acquistati in modo indipendente che all’interno di una soluzione completa”. “Nella nostra proposta ? afferma Renda – puntiamo sulla competitività dei prezzi, su un’ampia gamma di stampanti che vanno dalle inkjet ai multifunzione; questi ultimi arrivano addirittura a sostituire le fotocopiatrici. Tutti i prodotti della gamma sono inoltre personalizzati sulla base delle necessità della Pmi, con tre anni di garanzia, sostituzione della stampante e cartucce di lunga durata”. “Con la recente introduzione della Serie C5000 – dichiara Zanon – Oki completa l’offerta colore con tre modelli che risultano ideali per le Pmi. La famiglia è articolata in due modelli e tre versioni: C5100n, C5300n e C5300dn. Tutti e tre garantiscono una velocità di stampa di 12 pagine al minuto in modalità «Full Color» e 20 in monocromatico”. L’offerta Xerox spazia dal WorkCentre PE16, il multifunzione compatto che integra stampa, copia, fax e scansione a colori ideale per l’utenza SoHo e le Pmi, al WorkCentre M15 e M15i, due sistemi anch’essi compatti, in grado di offrire tutte le funzionalità essenziali a un prezzo competitivo. “Xerox ? sostiene Belloni – è stata la principale protagonista della transizione dal bianco e nero al colore negli uffici e in quest’ottica ha recentemente annunciato una forte riduzione di prezzo (fino al 45% in meno) per la Phaser 8200, la stampante a colori con tecnologia a inchiostro solido, con una velocità di 16 pagine al minuto a colori. Con PagePack offriamo un contratto di servizio e fornitura di consumabili con piani tariffari ben definiti in base ai volumi di stampe/copie prodotti e alla durata del contratto stesso, e comprende la fornitura di toner, servizi di supporto e interventi di manutenzione on-site effettuati da Xerox. All’offerta si può accedere tramite il servizio di ordinazione online. Costi calcolati in base al numero di copie/stampe effettivamente realizzate e fatture trimestrali di importo fisso garantiscono trasparenza ai costi di stampa e precisione nei budget. Il controllo sui costi è ulteriormente rafforzato dalla possibilità di scegliere fra tre fasce di volume e quattro durate pluriennali con contratti da uno a cinque anni”. Come scegliere la tecnologia. L’acquisto della soluzione più adatta esige, da parte dei vendor e dei loro partner di canale, un rapporto di consulenza approfondito, che tenga conto delle diverse situazioni. “Così si arriva all’uso di prodotti che vanno dalle 12 pagine al minuto in bianco e nero, formato A4, – spiega Pascoli – a sistemi A3 in grado di produrre opuscoli pinzati a sella alla velocità di 32 pagine al minuto a colori. La tecnologia è sfruttata per le sue caratteristiche peculiari: dalle stampanti a colori e bianco nero Bubble Jet e laser, anche condivisibili da piccoli gruppi, quali le Lbp e la serie N, estremamente economiche, veloci e affidabili per bassi volumi di stampa a veri e propri server documentali laser bianco nero e colori per volumi più elevati. Questi ultimi possono iniziare come semplici copiatrici ed evolversi in apparecchiature integrate nella rete aziendale, garantendo una gestione autonoma dei documenti: dall’archiviazione all’inoltro e ricezione di fax, di file o persino di e-mail. A spingere l’hardware alla sua massima resa in termini economici e di efficienza sono i software Iw, esclusivi Canon e integrabili ai nostri sistemi, che danno la possibilità di condividere i documenti ordinandoli per facilitarne reperibilità e controllo. Per dare impulso alle nuove tecnologie, spesso Canon propone convenienti campagne permuta che, valorizzando l’usato, agevolano vantaggiosi upgrade tecnologici”. “Epson ? afferma Pizzocri – pone molta attenzione ai costi. Stiamo infatti predisponendo uno strumento che Epson offrirà gratuitamente e che consentirà di controllare i costi della stampa a colori all’interno dell’azienda, per avere una continua verifica. Ma non solo. Oggi chi compra una laser a colori può facilmente rendersi conto che stampare in nero con una laser a colori è molto più economico che con una monocromatica: e allora perché non comprare da subito una laser a colori?”. Tecnologia al servizio del cliente e non viceversa, per Piva: “Una tecnologia è vincente se ben collocata in un contesto specifico. Le Pmi presentano livelli e criteri di produttività differenti, sia in termini numerici sia qualitativi, che si traducono in necessità di dispositivi specifici a seconda dell’utilizzo. I commercialisti o le compagnie assicurative tendono a orientare la loro domanda verso dispositivi di stampa in bianco e nero, mentre realtà che producono materiale per la comunicazione, interna o esterna, devono poter conferire valore e impatto visivo ai propri messaggi, con il colore. Spesso, anche nell’ambito della stessa realtà esistono team, unità o dipartimenti, ciascuno con esigenze specifiche; basti pensare a un team dedicato al marketing rispetto all’ufficio amministrativo: il primo utilizzerà dispositivi per stampe a colori, mentre nel secondo caso si tenderà a produrre documenti quasi esclusivamente in bianco e nero. Hp mette a disposizione il know how e l’esperienza di esperti It per consigliare al meglio ogni singola realtà e propone soluzioni scalabili, che possono essere aggiornate nel tempo, con il crescere delle esigenze di produttività, con il grande vantaggio di non rendere vano l’investimento iniziale e avere dispositivi sempre in linea con le reali necessità. E’ possibile installare inizialmente prodotti dal costo contenuto, comunque con una buona produttività, e passare successivamente a quelli per workgroup”. La forte differenziazione delle aziende, che vengono riunite sotto il cappello di Pmi, non agevola il ruolo del vendor, che deve essere in grado di capire di cosa ognuna abbia bisogno: “E’ difficile individuare una soluzione unica per esigenze molto diverse ? specifica Fiocchi – anche se conosciute, come quelle delle Pmi; è per questo che Ibm offre proposte personalizzabili. Ci sono elementi comuni di valutazione da tenere presente nell’individuazione della soluzione più idonea: il risparmio sul costo copia globale (composto non solo dall’hardware ma dalla somma di più voci) e l’ottimizzazione di utilizzo paragonato allo scenario passato, dove sistemi dedicati richiedevano investimenti e spazi molteplici”. Dispositivi veloci, con un buon rapporto prezzo/prestazioni e qualità di stampa eccellenti, sono le caratteristiche più richieste, secondo Renda: “Tutti i prodotti Lexmark per le Pmi vantano elevata qualità tecnologica e offrono prestazioni professionali pari a quelle destinate alle grandi realtà aziendali, a un prezzo contenuto. Per le Pmi è ideale avvalersi dei multifunzione, soprattutto per le aziende che hanno sedi distaccate o filiali e che non possono compromettere le qualità di stampa, velocità e versatilità. Lexmark X215 per esempio è un dispositivo compatto, che integra caratteristiche e funzioni di quattro distinti prodotti, garantendo allo stesso tempo la qualità di una stampante laser ad alta velocità. Questo segmento di mercato è in forte crescita, perché tutte le aziende, indistintamente, necessitano di un dispositivo altamente tecnologico, in grado di svolgere tutte le funzioni prima svolte da più prodotti. Abbiamo anche studiato un prolungamento della garanzia a tre anni e un modello di cartucce con maggior durata, per andare incontro alle esigenze di questa fetta di utenza. Altro dato importante: la vendita avviene tramite i nostri rivenditori, fonte preferita dai clienti, perché più vicini alle loro esigenze e bisogni”. “La tecnologia di stampa impiegata nella nuove C5000 è la Tandem digital Led a passaggio singolo – spiega Zanon – che contraddistingue tutte le nostre periferiche professionali di stampa a colori; nella serie C5000 il valore della risoluzione di stampa si attesta a 600×1200 dpi e tutte le macchine sono dotate di scheda di rete Fast Ethernet. Il modello più economico, C5100n, è stato ideato per un impiego in ambito CoHo (Corporate office, Home office) e per i piccoli uffici in genere, dove il campo di utilizzo è soprattutto derivato dalla produzione di documenti realizzati con i più classici software Microsoft (esempio Power Point, Word, Excel). La C5300n e la C5300dn, sono invece più adatte a un impiego che prevede l’introduzione di grafica tramite l’utilizzo di software più sofisticati e professionali (Adobe, Corel, Macromedia) e per gli utenti Mac”. “Secondo una nostra ricerca, condotta a livello europeo ? sostiene Belloni – abbiamo riscontrato che l’utilizzo nel colore nelle aziende aiuta il business. Anche per questo motivo, da un lato abbiamo riposizionato il prezzo di alcuni prodotti di stampa a colori; dall’altro abbiamo introdotto nuove soluzioni, come le copiatrici digitali CopyCentre C32 e C40 e i multifunzione e i WorkCentre Pro C32 e C40, che integrano in un dispositivo a colori anche il bianco e nero per consentire di utilizzare la modalità più adatta alle diverse situazioni: nel caso di un documento di 10 pagine di cui alcune a colori e altre in bianco e nero, è possibile stampare (e pagare) il colore soltanto sulle pagine che effettivamente lo prevedono. Per quanto riguarda poi le caratteristiche da considerare per l’acquisto di un prodotto: sicuramente la velocità di stampa, per questo Xerox ha lanciato tempo fa la tecnologia single-pass (passaggio singolo) che, rilasciando i quattro colori in un unico passaggio, anzichè in 4 come le stampanti tradizionali, quadruplica la velocità di stampa. Ma di sicuro ciò che va tenuto in considerazione è il costo di gestione: i consumabili incidono molto sul costo copia e spesso i piccoli uffici non ne tengono conto quando acquistano stampanti inkjet. Allo stesso modo le soluzioni di rete permettono agli utenti di avere un unico dispositivo di output, anziché una serie di dispositivi personali, veloce e in grado di integrare più funzioni riducendo così i costi dei consumabili e dell’assistenza, e incrementando il livello di prestazioni”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore