Carl Icahn pronto per la Proxy fight contro Yahoo!

Aziende

Microsoft non commenta: il tycoon finanziere d’assalto è sceso in campo e spinge per la battaglia delle deleghe nel board di Yahoo!. A ore sapremo se sarà proprio proxy fight

La saga di Microsoft e Yahoo! guadagna un nuovo colpo di scena. Ritirata l’Opa, si riapre il sipario: il miliardario ed investitore americano 72enne finanziere d’assalto Carl Icahn, dopo aver messo sottosopra Motorola e Bea , ha fatto incetta di oltre 50 milioni di titoli Yahoo!, da quando Microsoft ha ritirato la propria offerta da 33 dollari per azione (contro i 31 iniziali) per l’acquisto del motore di ricerca. Ed è pronto per il ribaltone del board: secondo Wall Street Journal, Reuters, Financial Times e Cnet , la proxy fight è vicina. Jefferies & Co. afferma però che, se sarà confermata la battaglia delle deleghe o proxy fight, Yahoo! combatterà fino all’ultimo. Yahoo! ha sempre detto di non essere contraria all’acquisizione, ma che l’offerta è ancora troppo bassa.

L’obiettivo di Carl Icahn è rivoluzionare il Board di Yahoo!, “colpevole” di aver rifiutato l’Opa di Microsoft. Icahn sarebbe pronto a lanciare una battaglia per prendere il controllo del consiglio di amministrazione di Yahoo!: il titolo Yahoo! ha ripreso quota risollevandosi del 5%. All’assemblea annuale fissata per il 3 luglio, c’è aria di rivolta. La battaglia delle deleghe interesserà dieci posti nel consiglio di amministrazione. La Proxy fight dovrebbe trovare un terreno favorevole: per esempio Capital Research, primo azionista di Yahoo!, si è dichiarato “molto arrabbiato con Jarry Yang“, Ceo del motore di ricerca, e con il suo comportamento nella trattativa con Microsoft; anche Firebrand Partners LLC è pronto a dare battaglia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore