Caro compagno di cella…

Network

Un sito inglese offre un servizio per ritrovare i vecchi compagni di galera

Si sa, le idee geniali dopo un po possono scarseggiare. Vediamo nuovi siti di community nascere in ogni dove, per unire virtualmente ogni genere di anima gemella. Dagli studenti malinconici ai commilitoni, dagli appassionati di videogiochi ai proprietari di rari esemplari di uccelli esotici. Nulla vieta che una community possa essere dedicata a chi ha condiviso, per periodi di tempo variabili, lospitalità di un penitenziario. E esattamente questa lidea alla base del sito, battezzato Convicts Reunited, che permette di ritrovare vecchi compagni di cella, o perlomeno di ala. Al momento il sito ha circa 200 iscritti, tra i quali non possiamo giurare che non ci sia qualche clandestino, imbucatosi ai fini di una perversa curiosità. Nella chat si parla di argomenti mondani come pene mal assegnate (ero innocente è certamente una hit tra i subject dei messaggi) e qualità della sbobba, ovvero del cibo fornito dalle patrie galere. La home page invita a condividere i vecchi tempi e a ritrovarsi per collaborare su nuovi progetti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore