Carte di credito false la storia continua

CyberwarSicurezza

Sempre piu frequente la contraffazione delle carte di credito che quindi rientrano fra i mezzi di pagamento a piu alto rischio sia presso i negozi virtuali che reali

NAPOLI. Pochi giorni fa sette persone sono state raggiunte a Napoli da unordinanza di custodia cautelare per reato di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di numerosi delitti contro il patrimonio e la fede pubblica realizzati attraverso la riproduzione ovvero la contraffazione di carte di credito. Le indagini sono state condotte dalla squadra mobile di Napoli coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia ed hanno accertato un gran numero di falsificazioni di carte di credito dal 2001 ad oggi per un danno complessivo di circa 500.000 euro. Durante la prima fase delle indagini sono stati sequestrati anche un macchinario per la stampa di carte plastiche ed un programma informatico per la duplicazione di carte di credito. Il problema della truffa tramite carte di credito falsificate e ormai tristemente noto e cio che per la verita piu colpisce e la mancanza di rimedi efficaci nonostante lattuale progresso tecnologico che, anzi sotto questo aspetto, sembra favorire piu il crimine che la giustizia. Come e noto, la carta di credito e fornita sul retro di una banda magnetica, cioe una striscia di materiale magnetizzabile. La banda e suddivisa in tre tracce le prime due sono registrate in modo permanente e possono essere solo lette, la terza traccia si presenta meno sicura in quanto puo essere sia letta che scritta. Anche se nelle transazioni on line la truffa presenta maggiori probabilita (mediante le tecniche di sniffing e possibile catturare dati durante le transazioni in Rete oppure direttamente dai database delle societa di e-commerce o delle banche), in realta i piu recenti sondaggi hanno accertato che i casi di truffa piu diffusi e rilevanti si verificano al di fuori di Internet. [STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore