Caso rootkit Sony. La legge deve vietarli

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Il parere di Mikko Hypponen, chief research officer di F-Secure

SAN JOSE, CA (USA). La maggior parte degli utenti non ha mai saputo cosa fosse un rootkit. Ma da quando e’ stato scoperto quello della Sony,

si sono sollevate numerose critiche e la questione ormai e’ entrata nel dibattito quotidiano sulla loro legittimita’. Il rootkit e’ un programma che viene spesso utilizzato dai cracker per catturare password e messaggi personali da un PC, senza che il legittimo utente se ne possa accorgere. Ebbene, l’esplosione del caso del rootkit nascosto dalla Sony in numerosi titoli discografici porta oggi molti esperti a chiedere una legge che ne vieti la diffusione. A sottoscrivere questa richiesta e’ intervenuto anche il Dipartimento per la Sicurezza statunitense, per voce del suo direttore, Jonathan Frenkel. Pur non essendo una legge la vera soluzione perrisolvere il problema (che e’ a monte),una legge, comunque, e’ necessaria per garantire gli utenti dall’uso indebito di questi strumenti illeciti, ha precisato Frenke l. StudioCelentano.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore