Caso YouTube, gli Usa monitorano le leggi italiane sul Web

Autorità e normativeNormativa

I decreti anti Web italiani visti dagli States. L’allarme di Rsf.org e Associated Press sulla legislazione in materia di video online

Gli Usa ci guardano. Dopo il visionario discorso del Segretario di Stato Hillary Clinton contro la Cortina Virtuale cinese (e il rischio di una Yalta del Web per spartirsi lo cyber-spazio), scopriamo che le recenti grandi manovre del governo italiano su Internet non passano inosservate.

Cnet , Rsf e Associated Press riportano che il decreto sui video con contenuti espliciti (sessuali) o violenti potrebbe avere effetto dal prossimo 4 febbraio. YouTube di Google potrebbe essere costretto a dover ottenere una licenza per operare in Italia, se i Provider diventano responsabili dei contenuti immessi e uplodati dagli utenti.

Leggi anche: L’agenda Internet in Italia nel 2010

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore