Cassazione: Nintendo DS a rischio sequestro con giochi piratati

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Chi cracca i giochi può subire il sequestro della console di gioco. Confermato dalla Cassazione il giro di vite contro la pirateria

Craccare i giochi, usare la R4 e altre furbizie per bypassare i blocchi, può costare caro. La Cassazione ha stabilito che si potranno sequestrare le Nintendo DS con i giochi piratati. La Terza penale della Cassazione (8791/11), depositata venerdì scorso, allarga la tutela del diritto d’autore e conferma due precedenti (23765/10 e 33768/07), annullando un’ordinanza del Riesame di Firenze.

La Cassazione aveva già deciso che è vietato modificare la console di gioco, o meglio vendere mod chip per la Playstation. L’articolo171 della legge 633 punisce ” chiunque produce, utilizza, importa,detiene per la vendita, pone in commercio, vende noleggia o cede a qualsiasi titolo sistemi atti ad eludere, decodificare o rimuovere le misure di protezione del diritto d’autore o dei diritti connessi”.Anche se le tecnologie cambiano, i reati restano. La sentenza ha aiutato Nintendo che aveva fatto esposto contro la commercializzazione di R4, Revolution, hardware per giocare con videogame non regolarmente comprati.

Secondo un recente studio Idc per Bsa la pirateria software in Italia è al 49%: un “problema endemico del sistema-Italia” visto che ancora “il 49% del software in Italia è illegale”, commentava lo scorso novembre Matteo Mille, Presidente di BSA Italia. Questa sentenza farà discutere il mondo hi-tech. Secondo Idc, riducendo del 10% il tasso di pirateria in Italia in due anni piuttosto che in quattro, farebbe impennare il Pil: è stato calcolato un incremento del 37% sia nel PIL che per l’Erario. La pirateria software invece non è reato nel Non Profit.

Nel 2010 anche le vendite delle console Nintendo DS hanno raggiunto un totale di 6,69 milioni di pezzi venduti. Dal 4 marzo sono in vendita giochi Pokémon Versione NeraPokémon Versione Bianca; la Nintendo 3DS uscirà a fine marzo anche in Italia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore