Causa miliardaria contro YouTube: Google batte Viacom

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Viacom a KO in tribunale: il Dmca funziona. Dal 2007 il gruppo chiedeva un miliardo di dollari a Google come risarcimento danni per la violazione del diritto d’autore da parte di YouTube

In secondo grado si ribalta il giudizio: un giudice di New York ha stabilito che, nella causa per violazione di copyright contro YouTube, Google non è responsabile. Google vince in tribunale contro Viacom, che dal 2007 chiedeva un miliardo di dollari come risarcimento danni per la violazione del diritto d’autore.

Google si era sempre difesa dietro lo scudo del Digital Millennium Copyright Act (Dmca), affermando di aver eliminato i video incriminati dopo le segnalazioni. Ma in primo grado Viacom era riuscita a spuntarla, vincendo contro Google. Oggi la sentenza dà invece ragione a Google.

Secondo il giudice Louis Stanton, il DMCA è chiaro e non riserva zone d’ombra: i service provider non hanno la responsibilità di monitorare i propri network contro le violazioni. Dunque è stata rigettata in modo esplicito l’accusa di Viacom secondo cui Google era troppo lenta a rispondere alle richieste di rimozione e si approfittava del ritardo.

Lo scorso marzo erano emersi alcuni retroscena della guerra fra Viacom e _YouTube: Viacom, già proprietaria di Paramount e MTV, avrebbe voluto acquisire Youtube, ma Google fu più veloce a offrire a YouTube 1.65 miliardi di dollari; inoltre fra Viacom e YouTube ci fu una “guerra sporca”, in cui Viacom avrebbe deliberatamente caricato propri video su YouTube, per poi chiederne e verificarne la rimozione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore