Cd e Dvd tagliano i prezzi?

AccessoriWorkspace

La nuova proposta dell’Asmi diventa un emendamento al Ddl Finanziaria 2006. Si attende la conferma finale in Aula

L’Asmi, Associazione dei Produttori di Supporti Multimediali, dopo un anno di confronti con la Siae, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e il Ministero delle Attività Produttive, ha proposto una nuova fissazione dell'”equo compenso”. L’Equo compenso su Cd e Dvd, istituito dal decreto legislativo n. 68 del 2003, in questi anni ha aumentato il prezzo industriale dei supporti vergini. La proposta dell’Asmi si traduce ora in un emendamento al Ddl Finanziaria 2006, e potrà portare nei prossimi mesi a un abbassamento dei prezzi di supporti di archiviazione e registrazione. L’Asmi lo scorso marzo aveva denunciato la Siae proprio a causa dell’Equo compenso. L’emendamento, proposto dall’Asmi e approvato dalla Commissione Bilancio del Senato, apre finalmente la strada a un taglio dei costi. Se l’emendamento verrà confermato, sarà il primo passo per ridurre i prezzi di vendita di Cd e Dvd.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore