Cdc incrementa la quota di mercato

Aziende

Primo trimestre stabile per Cdc, che conquista nuove quote di mercato nel comparto dei Pc desktop.

Nel primo trimestre dell’anno Cdc registra ricavi sostanzialmente in linea con quelli raggiunti nel 2002, ma con un utile ante imposte in crescita del 37%. Dati in controtendenza rispetto all’andamento del mercato dei computer che, secondo Sirmi, nel medesimo periodo ha registrato una flessione del 4,5% come unità vendute e del 9% in termini di valore. Cdc, tra l’altro, registra in questo primo scorcio dell’anno, un ulteriore dato positivo: la crescita della propria quota di mercato nel settore dei computer desktop, passata da 10,5% a 13,7%, percentuale che conferma la posizione dominante come produttore di Pc in Italia. “Il raggiungimento di tali risultati in una fase congiunturale che continua a essere sfavorevole per il mercato It – ha dichiarato in proposito Giuseppe Diomelli, fondatore e presidente di Cdc – conferma la validità del nostro modello di business basato sul presidio dell’intera catena del valore, dalla produzione alla vendita diretta sul mercato, a copertura dell’intero territorio nazionale e dei diversi segmenti di utenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore