Cdc sceglie un Cda più indipendente

Aziende

Nuovo modello di governance per il distributore toscano, che nomina due
nuovi membri indipendenti nel consiglio di amministrazione.

In occasione dell’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2003, Cdc ha modificato il proprio modello di governance con la nomina di due membri indipendenti nel consiglio di amministrazione. Ne fanno parte ora anche Paolo Gualtieri, professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari presso l’Università Cattolica di Milano ed Emilio Vitale, professore ordinario di Costruzione di macchine e preside della facoltà di Ingegneria presso l’Università di Pisa. Con la presenza di 4 consiglieri indipendenti su 7, il modello adottato da Cdc si allinea agli standard internazionali, con l’intento di offrire maggiore trasparenza e tutela ai propri azionisti. L’esercizio 2003 si è chiuso positivamente per Cdc con un utile netto, dopo le imposte, pari a 9.86 milioni di euro, con un incremento del 300% rispetto al 2002. La capogruppo Cdc Spa chiude il 2003 con un utile netto di 9.70 milioni di euro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore