CEA sceglie il super Bull

Aziende

Con una potenza di oltre 60 teraflops, Tera10, un cluster di 544 server Bull NovaScale basato su un’architettura Intel Itanium, sarà al centro del Programma di Simulazione di CEA

Il DAM ( Dipartimento di Applicazioni Militari ) di CEA, l’agenzia francese per l’Energia Nucleare, ha scelto Bull per la fornitura di un supercomputer con una potenza di oltre 60 teraflops (60 mila miliardi di operazioni al secondo). Questo supercomputer, chiamato Tera10, incrementerà di 10 volte l’attuale potenza di calcolo del Dipartimento di Applicazioni Militari di CEA. Verrà utilizzato per il Programma di Simulazione che garantisce la continuazione del deterrente nucleare Francese, in seguito alla cessazione di test nucleari. Progettato da Bull, Tera10 integrerà un cluster di 544 nodi NovaScale 6160, ognuno dei quali include otto processori Itanium di ultima generazione chiamati Montecito, che verranno lanciati sul mercato il prossimo anno, e che disporranno di una tecnologia dual-core. Quadrics, leader mondiale nel supercomputing fornirà la rete QsNetI ad alte prestazioni per collegare i server NovaScale. La configurazione globale comprenderà 8,704 processori con 27 terabytes di memoria core. Oltre alla potenza di calcolo, Tera10 richiede un’enorme capacità di storage per i dati prodotti dal Programma di Simulazione. Di conseguenza, la configurazione di Tera10 include anche 54 server NovaScale I/O che gestiscono un petabytes (un milione di miliardi di bytes) di spazio disco con un throughput rafforzato di 100 GB/s. Include anche due server NovaScale aggiuntivi per la gestione del sistema. Tera10 verrà implementato attraverso la piattaforma software Bull HPC che include il sistema operativo Linux e Lustre, il file system globale e parallelo. Questa piattaforma è basata su un software open source integrato ed ottimizzato dal centro di competenza HPC di Bull a Echirolles, Francia. Tera10 sarà interamente implementato prima della fine del 2005. Entro il 2010, i fisici del CEA necessiteranno di una potenza di centinaia di teraflops. Bull e i suoi partner stanno già collaborando in questa prospettiva.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore