CeBIT 2013 fa il bilancio: positivo grazie alle startup

AziendeMarketing
CeBit 2013 fa il bilancio @shutterstock

Il CeBit 2013 in cifre. Le start-up giovani hanno svolto un ruolo di primo piano

Il CeBIT 2013, che si è concluso ad Hannover domenica scorsa, fa il bilancio dell’ultima edizione. Con 285.000 vistiatori da tutto il mondo, 4.000 aziende provenienti da 70 paesi, il CeBIT 2013 ha visto la partecipazione di numerose giovani start-up. Frank Pörschmann, responsabile del CeBIT nel CdA della Deutsche Messe, afferma che la fiera di Hannover ha centrato l’obiettivo: la priorità era il business internazionale. “Una maggiore percentuale di visitatori specializzati – oltre l’84 per cento –, una massiccia partecipazione da oltre 120 Paesi e un numero di responsabili decisionali dell’IT e di responsabili acquisti che da tempo non si raggiungeva hanno fatto del CeBIT 2013 l’edizione migliore da anni. Per cinque intense giornate Hannover è stata il regno del business internazionale e del networking.

Il tema conduttore della condivisione è stato il fil-rouge dell’edizione 2013: “Con la Shareconomy il CeBIT ha dato il via a un dibattito senza precedenti a livello mondiale, esteso ampiamente al di là del tema dell’economia digitale. Aziende di ogni settore hanno riconosciuto il grande potenziale offerto dalla condivisione di dati, risorse, merci e infrastrutture”.

Le start-up giovani hanno svolto un ruolo di primo piano, grazie al concorso internazionale per start-up Code_n e alla presenza degli sviluppatori di app: Il CeBIT non è mai stato giovane come quest’anno. Ad Hannover si sono presentate oltre 200 aziende giovani con nuove idee e innovazioni, che hanno gettato solide basi per un veloce sviluppo del loro business”, ha sottolineato Pörschmann.  Hanno catalizzato interesse gli sviluppatori di applicazioni dedicate all’industria energetica, automobilistica e aeronautica, per la pubblica amministrazione (PA) e la sanità.

Hanno risxcosso interesse il Match-and-Meet (con 350 partecipanti in arrivo da Cina, Iran, USA, Colombia, Austria, Svizzera e dalla stessa Germania), area recruiting e CeBIT Global Conferences: “75 ore di convegni internazionali che si sono svolti su tre palchi, 130 relatori provenienti da ogni parte del mondo e un calendario tematico assolutamente unico hanno fatto delle CeBIT Global Conferences 2013 il più importante evento congressuale e un vero Think Tank – un serbatoio di pensiero – del mondo digitale.

La fiera di Hannover dà l’appuntamento all’anno prossimo, quando si terrà dall’11 al 15 marzo 2014.

CeBit 2013 fa il bilancio @shutterstock
CeBit 2013 fa il bilancio
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore