Cebit al via

Workspace

Ha aperto stamattina il Cebit, il salone mondiale dell’informatica, che
fino al 24 marzo popolerà la fiera di Hannover.

I cancelli del Cebit, la fiera europea più attesa dell’anno, sono ormai aperti da qualche ora e la folla di addetti ai lavori, IT manager, sviluppatori, costruttori, rivenditori sta aggirandosi nei padiglioni, organizzati su uno spazio espositivo di 334.168 metri quadri. Sono più di 6.411 le aziende, provenienti da tutto il mondo, che mostrano le loro tecnologie e i loro prodotti e anche se la maggior parte degli espositori è rappresentata dai padroni di casa (3.419), una presenza importante è quella dei produttori taiwanesi, segnale di una mercato asiatico in fermento che sta facendo registrare interessanti tassi di crescita. Ben 93 sono, invece, le aziende italiane. Anche se i grandi vendor – Intel, Amd, Fujitsu Siemens, Novell, Symantec, solo per fare qualche nome – metteranno in mostra prodotti attesi, in alcuni casi già preannunciati nel corso dei primi mesi dell’anno, saranno le soluzioni ha riscuotere il maggiore interesse: le aree specifiche della fiera – che coprono sia i settori tradizionali IT, TLC, Networking, Software e Servizi, sia i più recenti Wireless, E-goverment, E-business, Sicurezza – si occuperanno infatti soprattutto di soluzioni e applicazioni. Alla telefonia mobile, premiata dall’andamento del mercato nel 2003, è dedicata un’ampia area della fiera, che rimarrà aperta fino al 24 marzo. Si attendono più di 110.000 visitatori, in buona parte provenienti dal sud est asiatico e dai paesi che entreranno a far parte dell’Unione Europea, finora frequentatori meno “abituali” del Cebit, ma che da qualche anno stanno visitando la manifestazione con grande voglia imprenditoriale, per spronare i loro mercati. Il sito Vnunet seguirà quotidianamente la manifestazione, aggiornandovi sugli annunci e sulle novità di prodotto presentate dalle aziende.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore