Cellulare, cinque milioni di utenti vogliono cambiare operatore

NetworkProvider e servizi Internet

Secondo Altroconsumo, sta per scoppiare lo Tsunami telefonia mobile, con una valanga di utenti pronti a rifiutare il rincaro tariffe

La lunga estate bollente della telefonia mobile potrebbe concludersi con un autunno altrettanto caldo. Cinque milioni di utenti di cellulare sarebbero pronti a cambiare operatore. Dopo la diffida dell’AgCom contro Tim e Vodafone, mentre tace l’Antitrust (pur avendo aperto un fascicolo), il fronte delle rimodulazioni tariffe e dei rincari estivi è tutt’altro che archiviato.

Altroconsumo ha stimato in 5 milioni il numero di utenti che non accetteranno i nuovi piani tariffari e intendono cambiare operatore, mantenendo il vecchio numero. Per Altroconsumo sia Tim che Vodafone non devono far pagare gli utenti nel caso decidano di scegliere un altro operatore:portabilità e credito residuo devono essere fruibili dal consumatore senza pagare dai 5 agli 8 euro, come avviene di prassi.

Per Altroconsumo Tim non deve applicare le nuove tariffe martedì 9 settembre, data la diffida dell’AgCom e la poca chiarezza nelle informative inviate agli utenti.

Altroconsumo invita gli utenti a consultare la banca-dati tariffaria aperta a tutt i, sia su www.altroconsumo.it , che via telefono, al numero 02 6961517, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 17.

L’iniziativa si colloca all’interno dalla campagna Boicotta il carovita, con dossier e consigli consultabili su www.altroc onsumo.it/carovita .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore