Cellulari formato bimbo

MobilityNetworkWlan

I telefonini sono babysitter virtuali e conquistano l’infanzia

Non tutti sono d’accordo sul dilagare della telefonia mobile in età infantile: le associazioni dei consumatori denunciano rischi per la salute, i sociologi allertano su altri pericoli. Però è un dato di fatto impressionante: ben il 1,6 per cento dei bambini tra i 7 e gli 11 anni ne ha uno. Non sono neanche teen ager, e già il 36,2% parla con gli amici al cellulare, per il 30,7 per cento dei casi è un sistema di controllo virtuale da parte dei genitori. Al terzo posto si piazzano gli SMS (12,8 per cento), mentre il 10,1% usa il telefonino solo in ricezione. I dati sono del quinto “Rapporto nazionale sulla condizione dell’infanzia e dell’adolescenza”, 2004, di Telefono Azzurro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore