Cellulari, slitta l’abolizione della tassa di concessione governativa

NetworkProvider e servizi Internet

La promessa di eliminare il balzello sugli abbonamenti di telefonia mobile
forse non verrà mantenuta nella prossima legge Finanziaria

Il Decreto Bersani è stato salutato con favore dai consumatori per aver abolito i costi di ricarica. Ma era stata promessa anche la cancellazione della tassa di concessione governativa sugli abbonamenti di telefonia mobile. Tuttavia, come risulta da un’interrogazione del ministro per i Rapporti con il Parlamento, Vannino Chiti , questa nuova abolizione non avverrà in tempi brevi. Rimane la promessa di cancellare la tassa di concessione governativa. Tuttavia non dovrebbe rientrare nella prossima Finanziaria.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore