Cellulari, Ue verso il taglio tariffe per il trasferimento di chiamata

NetworkProvider e servizi Internet

La Ue ha adottato le linee guida per la telefonia: l’Unione europea potrebbe ridurre fino al 70% il trasferimento delle chiamate telefoniche

La Ue, in base alle linee guida sulla telefonia mobile, potrebbe tagliare del 70% il trasferimento delle chiamate telefoniche. Le linee guida Ue vogliono aumentare la concorrenza e alleggerire le bollette degli utenti Ue.

La mossa sui tagli delle tariffe per il trasferimento di chiamata, potrebbero abbassare le le bollette degli utenti di due miliardi di euro in tre anni.

Le tariffe di terminazione sono il pedaggio che ogni gestore mobile fa pagare agli altri per terminare le chiamate sulla propria rete. L’AgCom a novembre ha deciso le riduzioni alle tariffe di terminazione mobile: un taglio del 10% entro il 201 1. La completa simmetria tra le tariffe dei vari operatori arriverà nel 2012 al livello di 4,5 centesimi. Il mercato italiano è considerato un mercato maturo con una penetrazione del 148%.

La tariffa vareia dai 2 centesimi a Cipro ai 15 in Bulgaria. “La Commissione ha deciso di intervenire oggi contro questi elementi di distorsione della concorrenza in un singolo mercato che sono un deterrente per gli investimenti nel rinnovare le reti fisse con la fibra cosa della quale i consumatori stano pagando il prezzo”, ha spiegato il Commissario Ue Viviane Reding.

La Ue ha da poco approvato in via definitiva l’ eurotariffa per gli Sms in roaming, valida dal primo luglio.

Leggi: AgCom e Antitrust contro i salatissimi Sms italiani

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore