Censis 2014: Gli studenti italiani hanno un terzo dei Pc dei colleghi europei

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Censis 2014: La scuola digitale, senza banda larga, arranca
0 3 Non ci sono commenti

La scuola digitale non decolla senza banda larga. In Europa gli studenti hanno il triplo dei Pc rispetto agli studenti italiani. L’analisi del Censis 2014

La scuola digitale dovrebbe avere una connessione in banda larga. Ma se la scuola digitale arranca, c’è un motivo: la diffusione della broad band è scarsa. In Europa, inoltre, gli studenti hanno il triplo dei Pc rispetto agli studenti italiani. L’analisi del rapporto 2014 del Censis, giunto alla 48esima edizione, che fotografa la grande incertezza degli italiani, è impietosa.

In Italia cento ragazzi che frequentano l’ultimo anno di scuola media o il terzo anno delle superiori, hanno a disposizione 8,3 e 8,2 Pc, rispettivamente. I colleghi europei hanno una dotazione più ampia: il triplo (in media, 21,1 e 23,2 computer). Il 25,3% degli studenti di terza media e il 17,9% di quelli del terzo anno delle superiori studiano in scuole senza connessione a banda larga, contro il 5% e 3,7% in Europa. La scuola digitale, con formazione virtuale, arranca: riguarda il 19% degli studenti in uscita dalla scuola media e il 33% degli iscritti al terzo anno del liceo, percentuali distanti dalle medie europee (58% e 61% studenti in età corrispondente).

Censis 2014: La scuola digitale, senza banda larga, arranca
Censis 2014: La scuola digitale, senza banda larga, arranca

Per ovviare al problema dell’obsolescenza dell’hardware, i dirigenti scolastici preferirebbero passare da una logica di proprietà (infrastrutture, dispositivi eccetera) a una di servizio (con pagamento di un canone in abbonamento): nell’86,6% e nel 68,2% dei casi guardano alla realizzazione di piattaforme.

I dirigenti infatti temono l’obsolescenza veloce della tecnologia, i costi della connettività e la carenza di spazi e strumenti adeguati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore