Centinaia di caduti sotto il fuoco incrociato di Netsky e Bagle

Aziende

Una vera e propria guerra si è scatenata, nel mese di marzo, tra i creatori dei worm Netsky e Bagle e le numerose varianti dei due codici maligni che hanno tenuto costantemente impegnati i produttori di soluzioni antivirus, i quali sono stati costretti ad aggiornare i propri software contro una quindicina di varianti di ciascuno

Una vera e propria guerra si è scatenata, nel mese di marzo, tra i creatori dei worm Netsky e Bagle e le numerose varianti dei due codici maligni che hanno tenuto costantemente impegnati i produttori di soluzioni antivirus, i quali sono stati costretti ad aggiornare i propri software contro una quindicina di varianti di ciascuno dei due worm. Steven Sundermeier, vice president prodotti e servizi di Central Command, ha affermato che Netsky è stat oil responabile del 70% degli attacchi nel mese di marzo e ha dichiarato: “Il problema non è stato tanto se sarebbe arrivata una nuova versione del worm, ma quando sarebbe arrivata”. Carole Theriault, consulenza sulla sicurezza in Sophos, ha detto dal canto suo che Netsky è stato il virus che è maggiormente proliferato nel mese di marzo e le sue varianti hanno raggiunto il 60% di tutti i virus conteggiati da Sophos nel periodo: “Nel momento in cui si è iniziato a parlare di una guerra tra gli ideatori dei due worm, un vero e proprio torrente di nuovi worm è stato rilasciato. Per minimizzare l’impatto dei virus, le aziende devono considerare di bloccare tutti gli attachement contenenti programmi al gateway e-mail e impostare i propri sistemi antivurs affinché vengano automaticamente aggiornati”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore