CES 2014 – Nvidia spinge il superchip a 192 core per il Mobile

ComponentiDispositivi mobiliMarketingMobilityWorkspace
Nvidia Tegra K1 porta 192 core sul Mobile
0 0 Non ci sono commenti

Nvidia Tegra K1, presentato al CES 2014, sarà in grado di offrire una grafica migliore di quella di Xbox 360 e PlayStation 3, la penultima generazione di console

Nvidia scommette sul superchip a 192 core per tablet e smartphone. Al CES 2014, lo specialista dei chip per il Mobile ha annunciato un nuovo processore Nvidia Tegra K1, in grado di offrire una grafica migliore di quella di Xbox 360 e PlayStation 3. significa che sul Mobile la grafica raggiungerà i livelli della penultima generazione di console di gioco, con il 5% della loro potenza.

Tegra K1 è il primo chip di Nvidia che vanta 192 CUDA core e rende il processore quasi “di classe desktop” piuttosto che Mobile. Nvidia ha colmato il gap fra le desktop card basate su Keplere i chip Tegra basati sul mobile: non è solo Tegra 5 ma Tegra 5000, con “cuore desktop”.

Nvidia ha anche annunciato che Epic Games sta portando Unreal Engine 4,uno dei più grandi motori di gaming sul K1. Nvidia potrà competere con Qualcomm e Samsung.

Oggi il Tegra 4 a 72 GPU core è usato sui tablet di Microsoft Surface 2, Asus Transformer Pad Infinity, Toshiba Excite Pro e  Xiaomi Phone 3.

Sarà rilasciato in due varianti: la CPU (central processing unit) quad-core Cortex A15 per ARM; la seconda CPU dual-core Denver di Nvidia, una versione personalizzata dell’architettura V8 a 64-bit di ARM, per dispositivi che richiedano più RAM (random-access memory) di un chip a 32-bit. La versione a 32-bit di Tegra K1 arriverà a metà 2014, mentre l’edizione a 64-bit è prevista entro fine anno.

Nvidia assicura che il Tegra K1 sarà tre volte più potente di Apple A7 a 64-bit secondo il test GFXBench 3.0 Manhattan.

Tegra K1 guarda anche ai costruttori di auto per portare un supercomputer nelle self-driving car, le auto che si guidano da sé.

Nvidia Tegra K1 porta 192 core sul Mobile
Nvidia Tegra K1 porta 192 core sul Mobile
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore