Check Point estende la sicurezza alle applicazioni virtuali

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Integrazione con l’ambiente Esx di Vmware e possibilità di gestione da un’unica interfaccia tra le caratteristiche più importanti

Check Point mette in sicurezza anche le applicazioni virtuali con la Virtual Edition di Vpn-1. Il software è in grado di ripristinare la separazione e la sicurezza delle applicazioni , come se fossero ancora localizzate su server separati. L’integrazione di Vpn-1 Virtual Edition con il resto dell’infrastruttura di sicurezza di Check Point mette in grado gli utenti di gestire anche questa applicazione di sicurezza da un un’unica interfaccia.

Gli ambienti virtuali messi in sicurezza sono quelli gestiti da Esx d iVmware, per cui il software di sicurezza è stato ottimizzato. Non sono più necessarie, secondo Check Point, altre appliance specifiche di sicurezza per proteggere le applicazioni virtuali.

Vpn-1 VE si aggiunge a Vpn-1 Power VSX all’interno del portafoglio di soluzioni di sicurezza virtualizzata di Check Point. Vpn-1 Power VSX è un gateway di sicurezza virtuale che permette ai provider di servizi gestiti e alle aziende di consolidare fino a 250 sistemi di sicurezza virtuali – compresi firewall, Vpn e sistemi di prevenzione delle intrusioni – su un’unica piattaforma hardware.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore