Check Point per la sicurezza totale

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Ardemagni (Check Point): nel mercato della sicurezza IT c’è desiderio di razionalizzazione

Quando si tratta di sicurezza IT “le tecnologie mature vanno consolidate. I clienti chiedono di avere i rapporti con un unico vendor”. E’ questa la ragione che sta alla base di un “ importante cambiamento di Check Point”, come lo spiega aNetwork News Paolo Ardemagni, che ha la responsabilità della regione sud Europa della società :” Prima eravamo concentrati solo sul software e lasciavamo ai nostri partner, come Nokia e Ibm, la produzione dell’hardware, ora produciamo anche noi l’hardware, D’altra parte gli utenti ci hanno chiesto una soluzione unificata e ora Check Point è in grado di coprire con soluzioni totalmente realizzate in casa esigenze di sicurezza IT con sistemi che vanno dai 100 a ai 100 mila dollari. Ma lasciamo sempre aperta la scelta per gli utenti”.

Nella analisi di Ardemagni nel mercato della sicurezza IT c’è desiderio di razionalizzazione. Per molte grandi utenze aziendali, nel momento in cui vogliono ridurre la complessità dei loro sistemi, la razionalizzazione passa anche per un riduzione del numero dei fornitori da gestire. La sintesi che ne ha tratto Check Point è la consapevolezza che troppa complessità è conflittuale con un alto livello di sicurezza. Il ‘ vecchio’ concetto di appliance Utm di sicurezza integrata sembra ad Ardemagni superato dai fatti ( “non c’è un Utm uguale all’altro nelle funzionalità e ogni fornitore integra funzionalità diverse” ): “ Noi preferiamo parlare di decoder di sicurezza con soluzioni che vanno dall ‘Ips , che ora integra la tecnologia acquisita con NFR, alla sicurezza del dato tramite codifica, attraverso la tecnologia acquisita con Pointsec”.

Check Point propone nel rilancio di quest’anno un concetto di “ total security” dei dati che integra da un lato la rete e i gateway e dall’altro gli endpoint attraverso l’anello di collegamento costituito dalla gestione dell’infrastruttura di rete che può avvenire da un’unica console. A breve dopo gli annunci primaverili delle nuove appliance Utm-1, che vengono ‘vestite’ anche con un pacchetto di servizi di leasing finanziario, Ardemagni preannuncia un rinnovo del client software per la sicurezza dell’endpoint che integrerà anche le funzioni di data loss protection derivate da Protector di Pointsec. Per il mercato privato Ardemagni ricorda l’ingresso della suite di protezione Zone Alarm di Check Point tra le offerte Alice di Telecom Italia. Per i consumatori l’ offerta Total Security di sicurezza semplice e come servizio è già arrivata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore