Check Point ZoneAlarm Extreme Security Suite 2010, oltre a firewall e antivirus anche la cifratura del disco fisso

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Contro i furti di identità, Check Point propone una soluzione di cifratura del disco fisso per la protezione dei dati personali nella versione più completa delle sue suite di protezione

Sono circa 1 0 milioni le vittime di furti di identità in un anno, con una crescita del 22 percento anno su anno. E il modo più facile per perdere le proprie ‘credenziali’ è proprio il furto dei notebook. Basti pensare che solo negli aeroporti degli Stati Uniti vengono smarriti 12.000 laptop ogni settimana e ne viene ritrovato appena un terzo (fonte: Dell & Ponemon Institute). Un dato allarmante considerato l’interesse delle associazioni criminali per i dati dei rispettivi proprietari.

Anche per questo, Check Point ha deciso di rendere disponibile con ZoneAlarm Extreme Security Suite 2010 – la propria suite di protezione consumer più completa – un sistema di cifratura del disco fisso, per impedire l’accesso a tutti i dati. Resta come sempre disponibile il firewall gratuito più conosciuto ZoneAlarm, ma dal 26 Ottobre arriva anche in Italia la collezione 2010 completa dei software di protezione: ZoneAlarm Antivirus, ZoneAlarm Pro (entrambi al prezzo di 29,95 euro), Internet Security Suite (a 34,95 euro) e Extreme Security – appunto – che in più di Security suite offre Hard Drive Encryption a 256 bit AES, 2 Gbyte di spazio on the cloud per il backup online, la possibilità di navigare protetti in modalità virtuale e il software di Tune-Up per il PC. Extreme Security costa 49,95 euro, e il software di protezione disco si acquista a parte per circa 20 euro (quindi Extreme Security più Hard Drive Encryption costano complessivamente 69,95 euro, per tre computer). E’ compreso il servizio di assistenza e recupero delle password attivo 24 ore su 24 e per tutti i sette giorni della settimana.

La funzione di cifratura opera in background e protegge anche le password archiviate automaticamente e i file dimenticati nel cestino. Non consente all’utente, invece, di scegliere quali directory preservare e quali no. In prima battuta viene richiesta la creazione di un CD o di una chiavetta USB di ripristino per resettare la password in caso di smarrimento o per recuperare i dati in caso di danneggiamento. Senza la creazione di questo supporto di sicurezza la procedura di cifratura non ha inizio.

Nuove funzionalità sono presenti anche negli altri programmi come Advanced Download Protection – un sistemain grado di verificare, anche in ambiente protetto, che i programmi scaricati non siano pericolosi, in base a un controllo euristico e in rapporto alla lista dei database Check Point– e Dual Engine Anti-Phishing, il sistema di controllo che non solo si avvale del confronto con le signature aggiornate in tempo reale con in dati ‘in the cloud’, ma a sua volta si serve del sistema euristico. Per quanto riguarda l’Antivirus, infine, Check Point ha velocizzato i tempi di scansione fino all’85 percento. Tutti i programmi sono pronti per Windows 7.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore