Chiamami su IP

Management

Il fenomeno Skype. Quali le soluzioni e quali i problemi per un uso aziendale

Si segnala un calo di visite al sito per il download di MSN Instant Messenger di Microsoft già dalla scorsa estate, mentre il traffico è cresciuto verso il servizio IM rivale di Skype, la società nota per le chiamate telefoniche attraverso Internet acquisita lo scorso anno da eBay. Mentre Microsoft ristruttura la sua offerta, nel passaggio a Skype dell’utenza si evidenzia l’avanzata di una delle più temibili armi tecnologiche di quest’anno, la voce su IP. I responsabili di Skype dichiarano di avere ormai acquisito un vantaggio che va da due e tre anni nella tecnologia e nell’ampliamento della rete di utenti e ora sta lavorando per aggiungere alla voce nuovi servizi via web, sia dal punto di vista dei pagamenti online con il sito PayPal (di proprietà eBay) sia con applicazioni di CRM con Salesforce.com. Dunque ormai Skype non vuol dire solo voce su IP, ma ha avuto il merito di portare il verbo della IP Telephony al centro dell’attenzione del consumatore e delle piccolissime aziende, al di fuori della stretta rete delle aziende medio grandi alle prese con centinaia di postazioni telefoniche interne ed esterne da gestire. Alcuni esperti hanno definito il VoIP di Skype, dell’operatore americano Vonage e di altri come il principale esempio di convergenza IP nelle case dei consumatori. Si combina WiFi, banda larga, telefonia IP in un unico ambiente che può in alcuni casi fare a meno di utilizzare un operatore telefonico tradizionale. Questo ha aperto nuovi mercati. È il caso di eBay, di Google, di Yahoo e in qualche misura di Microsoft: si parla di nuovi metodi di distribuzione dei dati, di contenuti, perfino di gestione della identità digitale. Dunque i servizi che offrono chiamate gratuite da PC a PC come Skype o Google Talk stanno diventando sempre più popolari, ma il loro svantaggio principale sta nel fatto che il computer deve essere acceso con la persona di fronte per fare la telefonata. Le cuffie Bluetooth possono aiutare, ma non riescono a sostituire un normale telefono USB. La soluzione migliore sarebbe un telefono dual mode USB e Dect (o forse meglio WiFi) in grado di fare chiamate sia su Skype sia su linea fissa con un carrier tradizionale. Ma per il momento una soluzione di questo tipo non fa parte delle possibilità offerte agli utenti nostrani. Skype l’attuale leader mondiale nella voce su IP come provider per il mondo consumer dispone di client che girano in diversi sistemi operativi da Windows a Linux a Mac OS X a Pocket PC, ma il suo svantaggio è di utilizzare un client proprietario. Il client di Skype per Pocket PC può essere una soluzione per un teminale di voice over WLAN non legato al personal computer sul quale per di più possono confluire posta, IM e web. Per svincolarsi invece dal legame della pur cospicua rete di utenti Skype e fare telefonate verso il mondo “normale”, gli utenti di Skype possono utilizzare altri servizi a pagamento come Skype Out o Skype In. Le tariffe sono in molti casi competitive e si può disporre di servizi accessori come la messaggisti ca, la presenza e il trasferimento di file.L’opzione Skype In potrebbe rendere appetibile il VoIP consumer anche a piccole aziende. Si dispone di una numerazione per ricevere chiamate da telefoni fissi e cellulari e di una casella vocale. I test più recenti indicano ormai che la qualità della voce è buona. Ma la voce non è nulla senza la vista. Ecco dunque arrivare una nuova versione di Skype che aggiungendo anche la videochiamata colma la principale mancanza rispetto al Messenger di MSN. Con una web cam che può essere accesa anche nel corso della conversazione la qualità dell’immagine possiede i limiti della web cam stessa e non ci sono conseguenze negative sulla qualità della voce. Altro strumento che può dimostrarsi utile è la disponibilità in beta di una toolbar per Outlook e Internet Explorer. Nel primo caso si possono fare chiamate a numeri telefonici presenti nei Contatti di Outlook senza lasciare l’applicazione. Nel caso di Explorer si può accedere alla voce su IP dal browser e tenere sotto controllo la disponibilità del credito di Skype Out.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore