Chip: record di vendite a febbraio

Workspace

In aumento del 30,8% rispetto al 2002, realizzano 15,58 miliardi di
dollari a livello mondiale.

Queste le stime della Semiconductor Industry Association (SIA), pubblicate la settimana scorsa. Sequenzialmente, le cifre più basse: la SIA ha rilevato una crescita dello 0,2% rispetto al mese di gennaio 2004, ma febbraio non è quasi mai buon periodo di vendite di chip, quindi che i profitti siano aumentati durante un mese corto rispetto ad uno lungo è un buon segno, osservano gli analisti. Tra gennaio e febbraio sono calate dello 0,7 le vendite di processori, nuovamente, in linea con le previsioni, ma PLD e ASIC hanno fatto segnare un aumento del 4,3%, grazie all’aumento di domanda nel settore delle comunicazioni. Negli Stati Uniti e in Giappone, la SIA ha registrato un declino di lieve entità (0,1% e 1,8%, rispettivamente) mentre tutte le altre aree geografiche hanno registrato crescite sequenziali: per l’Europa +0,7%, per l’area Asia-Pacifico +1,3%. Anno su anno, le Americhe e l’Europa hanno assistito ad una crescita del 20,1 e 20,8% rispettivamente, anche se le prestazioni più significative si sono avute in Giappone e nell’area Asia-Pacifico: + 30,2 e + 42,8% rispettivamente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore