Chiuso il sito dei programmatori open-source

Workspace

SourceXchange, un tentativo di business nato sullonda dellentusiasmo per la programmazione open-source, ha chiuso i battenti

Lobiettivo di SourceXchange, un sito nato dalla cooperazione fra la casa editrice OReilly and Associates e la Hewlett-Packard, era quello di mettere in contatto i programmatori open-source con le aziende che avevano necessità di realizzare lavori di programmazione. Per quanto riguarda le entrate, SourceXchange si teneva una parte dei profitti. Brian Behlendorf, uno dei fondatori del famoso progetto di software open-source Apache, ha collaborato al lancio di SourceXchange e ha fondato una società satellite chiamata CollabNet. CollabNet però si è gradualmente trasformata, da un lato in una società di consulenza per aiutare le aziende a trarre profitto dal movimento dei programmatori open-source e dallaltro, si è occupata di vendere il suo strumento software per la programmazione collettiva, SourceCast. In un messaggio inviato ai clienti e pubblicato sul sito Internet dellazienda, Behlendorf ha semplicemente ammesso che non cera abbastanza business per andare avanti e quindi SourcheXchange ha deciso di cessare la sua attività. CollabNet annovera fra i suoi soci il fondatore di Netscape, Mark Andreessen e la Benchmark Capital e ospita diversi progetti di programmazione open-source. Fra le società che si avvalgono dei suoi servizi ci sono Sun Microsystems, Oracle, Motorola e Hewlett-Packard.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore