Chris Hughes, da Facebook a New Republic

AziendeMarketingSocial media
Chris Hughes compra The New Republic

Chris Hughes, co-fondatore Facebook, compra The New Republic. Dall’online alla carta, nasce una nuova generazione di editori?

Nel mondo dei media ci si chiede se “chiunque” possa diventare direttore di giornale, dopo che The New Republic è stato acquisito dal co-fondatore di Facebook, Chris Hughes, forte della ricchezza accumulata con la prossima IPO miliardaria del social network. he New Republic non è un giornale “qualsiasi”: è la rivista liberal dei progressisti americani.

Ma nell’era della crisi della stampa può succedere che un neo miliardario, il 28enne ex compagno di stanza di Mark uckerberg a Facebook, abbia un tale capitale da poter investire anche nei giornali di carta (e online). Hughes diventerà proprietario, editore e perfoino direttore della prestgiosa rivista.

Oggi nei Social media tutti “sono” giornalisti o collettori di notizie. Ma da qui, a diventare direttore di un magazine di politica, il passo forse non è breve, anche se Hughes è un ragazzo molto in gamba, con capacità, già consulente per il sito della campagna presidenziale 2008 di Barack Obama e creatore di Jumo (outlet per la beneficenza), e ha promesso che, sfruttando l’online e la moda dei tablet. “Tnr.com diventerà un “rigoroso” sito di notizie, ricco di analisi e contenuti per differenziarsi da un modo “superficiale” di fare informazione“. Sicuramente si tratta di una sperimentazione da seguire da parte di un ragazzo giovane e talentuoso. Secondo Forbes la fortuna di Hughes è valutata 700 milioni di dollari.

Ma la vera domanda è piuttosto un’altra. Dall’online alla carta, nasce una nuova generazione di editori?

Chris Hughes compra The New Republic
Chris Hughes, co-fondatore Facebook, compra The New Republic
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore