Chrome cambia motore: addio WebKit, è l’ora di Blink

ManagementMarketingNetwork
Chrome passa a Blink, addio a WebKit

Il codice base di Chrome 28 lascia WebKit per passare a Blink, un progetto di engine open source

L’annuncio sul blog di Chromium è storico: arriva Blink, dopo aver ripulito il codice di 4,5 milione di linee di codice inutilizzato. Il codice base di Chrome 28 dà l’ addio a WebKit per passare a Blink, un progetto di engine open source, fork dello stesso WebKit. Lo ha detto Mike West in un commento a Hacker News. Il primo aggiornamento include una nuova lista di 36 possessori di Blink in grado di approvare le modifiche. L’attuale versione di Chrome è la 26, Blink arriverà sulla release 28.

Mentre finora Google condivideva WebKint con altri browser, adesso adotta un proprio engine di rendering, anch’esso open source, ma non più in condivisione con la concorrenza. Webkit rappresentava, infatti, il cuore di numerosi browser, da Apple Safari a Google Chrome, fino a BlackBerry Browser. Ma Chrome utilizza l’engine WebKit in maniera originale, secondo un approccio multiprocess, più maturo del design WebKit2, adottato da Apple: Google ha spiegato che si affida a un motore JavaScript custom (V8 e successive evoluzioni) oppure parcellizzando i carichi di lavoro (thread) sui processori multi-core.

Ma Google è stata costretta ad introdurre Blink, perché la gestione di Webkit, così personalizzata, era diventata troppo complessa, e per rendere più fluido lo sviluppo, l’approdo a Blink era una tappa necessaria. Google però porta rispetto a WebKit, anche se ora esprime entusiasmo per il passaggio a Blink.

Delle 18 persone della listache hanno l’autorità di effettuare modifiche a WebKit, adesso 16 sono affiliate a Apple, uno a Nokia e uno sia Apple che Nokia. Nonostante il fork, Chrome su Apple iOS dovrà continuare ad usare l’engine WebKit.

Secondo Statcounter, Chrome domina nel mercato browser con il 36.5%; secondo Net Applications, invece, Chrome è il terzo browser con il 17.5%, alle spalle di Internet Explorer e Firefox.

Chrome passa a Blink, addio a WebKit
Chrome passa a Blink, addio a WebKit
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore