Cielo più sereno su Rim, ma il rischio blackout rimane

Aziende

La casa produttrice del BlackBerry incassa assicurazioni governative contro lo stop in Usa. Inoltre vince contro il quinto brevetto di Ntp, ma la causa in Virginia continua

Si allontanano le nubi all’orizzonte sul BlackBerry di Rim. Innanzitutto, nelle scorse ore, il Dipartimento di Giustizia americano ha definito l’uso del BlackBerry di pubblico interesse quindi da difendere contro un black out sul territorio statunitense. Il giudice, che emetterà sentenza il 24 febbraio prossimo, dovrà in qualche modo tenere conto di questo avviso, sebbene non vincolante. Inoltre Rim, tirata in causa da un’altra azienda in Gran Bretagna, ha incassato una vittoria: la sentenza favorevole arriva dall’English High Court dove Research In Motion era stata trascinata da InPro e i brevetti vantati da quest’ultima contro Rim sono stati giudicati non validi. Infine, l’Ufficio brevetti statunitense, il famoso Patent and Trademark Office, ha respinto il quinto brevetto di Ntp nella battaglia legale contro Research In Motion: ora Ntp ha trenta giorni per rispondere alla decisione dell’Ufficio. A quel punto la parola finale spetterà al Patent Office. Tuttavia rimarrà in piedi la battaglia legale presso il tribunale federale in Virginia. Rim ha subito guadagnato il 9% al Nasdaq. Il rischio Blackout si allontana, ma non è ancora scongiurato. Gartner infine prevede la fine del contenzioso tra Rim e Ntp, con una transazione compromesso.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore