Cinema: dal file sharing di Warner Bros al digitale del Sundance

AccessoriWorkspace

Le scelte di due player come Warner Bros e Sundance Film Festival mostrano la nuova via del Grande schermo

Il cinema ha di fronte a sé la scelta del digitale. Lo rivelano due storie differenti, ma che sulla carta del digitale convergono e scommettono. Iniziamo da un colosso come Warner Bros: utilizzerà il P2p per vendere film e trasmissioni televisive in Germania, Austria e Svizzera. La scoperta del file sharing da parte di Warner Bros mostra una svolta importante, che segue i recenti exploit dei servizi legali di iTunes Video e Google Video: il nuovo servizio si chiamerà In2Movies e consentirà il download di film e di programmi Tv di Warner Bros. Invece, sul segmento della cinematografia indie, anche il Sundance Film Festival in questi giorni strizza l’occhio alla tecnologia digitale per ottimizzare la produzione di film e aumentare l’audience nei prossimi anni: i film indipendenti e i cortometraggi, grazie alle nuove tecnologie, potranno avere nuova vita fuori dalle cineteche, per raggiungere, con la banda larga e i satelliti, ogni angolo degli Usa finora irraggiungibile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore