Cisco compra l’Instant Messenger Jabber

Aziende

Con questa acquisizione, Cisco si espande nel mercato sia della messaggistica corporate e unificata sia in quello degli standard aperti

Solo l’altro giorno Forrester Research faceva notare che, nelle turbolenze di Wall Street, il mercato hi-tech sarebbe stato in via di consolidamento, e subito Cisco acquisce Jabber. Cisco si aggiudica uno specialista di instant messaging open source. Jabber infatti sfrutta i protocolli di Gizmo e Google Talk , l’Im non troppo popolare di Google. La piattaforma di Jabber si fonda sul protocollo aperto Xmpp, ed è in grado di inviare messaggi e notificare presenze sui principali Im: Microsoft Office Communications Server, IBM Sametime, Aol Aim e Google Talk.

Con questa acquisizione, Cisco si espande nel mercato sia della messaggistica corporate sia degli standard aperti: Cisco già supporta protocolli aperti come Sip/Simple per il VoIP. Inoltre Cisco potenzia il portafoglio, derivante dall’acquisizione di WebEx.

Nell’era del social networking, delle community e dell’always-on (sempre connessi, con portatili, mini notebook, cellulari eccetera), la messaggistica istantanea sta vivendo una rinascita (ma era sempre rimasta un pezzo forte di Internet, mai caduta in declino): tanto da insidiare email, telefono e perfino la Tv nell’ora di punta.

Leggi anche The Inquirer: Cisco compra jabber e porta l’Im sugli standard Internet

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore