Cisco Partner Summit 2008: “Software as a service” in mano ai partner

Aziende

Nel suo keynote Keith Goodwin, senior vice president worldwide channel di Cisco, svela il progetto della vendita di software Webex attraverso il canale, parla di formazione e di un web 2.0 tumultuoso.

Keith Goodwin, Senior Vice President Worldwide Channel di Cisco, è il guru di riferimento per i 2.000 partner che stamattina, dalle 7.30, siedono nell’auditorium dell’Hawaii Convention Center di Honolulu. Esordisce con un applaudito “Aloha” ma subito sfodera numeri che mostrano il web 2.0 in profonda trasformazione: 3 milioni di video ogni mese vengono pubblicati su You Tube, più di un miliardo di telefoni cellulari al mondo , 51.204 le pine colada consumate nel precedente Cisco Partner Summit hawaiano nel 2004…. Ma non solo: nella prima metà dell’anno fiscale Cisco ha registrato una crescita del 17%

, con un aumento del business di 3 miliardi di dollari, soprattutto grazie al programma VIP che raggiungerà quest’anno 1,5 miliardi di dollari contro gli 11 milioni del 2004. “Dopo anni di sereno – racconta dal palco– stanno però apparendo all’orizzonte nuvole ‘economiche’, in particolare in alcuni mercati. Dobbiamo decide se aprire l’ombrello o iniziare a correre”.

keithgoodwin.jpg

La risposta viene da sè: “La prima opportunità di crescita è in ambito data center –continua – dove investiamo in training e specializzazioni per fare crescere i partner, la seconda è nella decisione di fare vendere ai partner anche il nostro software as a service, nello specifico le soluzioni di Webex”.Un pilot si è appena concluso e presto seguirà un programma di canale dedicato, in tutti i paesi. “La terza opportunità è data dalla vendita dei servizi in modo collaborativo, seguita dalle nostre soluzioni di unified communications”.

Collaborazione è non competizione tra partner e Cisco, e tra partner e partner.

Come gia anticipato ieri, Goodwin ha ribadito tre aree di investimento con nuovi tool: Partner Practice, uno strumento che facilità lo scambio di best practice tra i partner e Cisco, in modo da condividere le diverse esperienze e ottimizzare i risultati; Talent Initiative, lanciato lo scorso anno al Summit Partner e ora potenziato nel Partner Talent Network che mette in relazione partner e nuovi certificati all’University Accademy di Cisco; l a localizzazione del linguaggio, fattore chiave e critico per i partner che lavorano principalmente con la piccola e media impresa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore