Cisco ristruttura

AziendeMarketing

Cisco potrebbe licenziare il 14 percento della forza lavoro

Pesante ristrutturazione in Cisco. I tagli potrebbero riguardare il 14% della forza lavoro, fino a 10 mila dipendenti. Ben oltre i 5 mila previsti dalle società di analisi di Gleacher e Miller Tabak & Co. Sono inclusi nei licenziamenti i 7 mila esuberi che verrebbero eliminati entro fine agosto. Cisco pensa di aggiungere un pacchetto di pre-pensionamento per altri 3 mila dipendenti. Cisco ha già chiuso Flip, con 500 tagli.

Il Ceo John Chambers deve competere con Juniper e Hp in un mercato a prezzi bassi, e deve recuperare la profittabilità perduta. Cisco punta a eliminare un miliardo di dollari di spese, entro fine 2012. Il titolo di Cisco ha perso il 24% quest’anno, mentre il 500 Index di Standard & Poor è salito del 4.9%.

Cisco ha perso il 6.4%, scendendo a quota 54.2%, del mercato dei router, mentre Juniper ha guadagnato terreno. Cisco prevede ricavi in crescita del 7% quest’anno a 43 miliardi di dollari, con una flessione dell’11% sulla crescita rispetto al 2010.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore