Cisco vuole Skype per 5 miliardi di dollari

AziendeMarketing

Secondo indiscrezioni Skype potrebbe essere acquisita da Cisco che avrebbe offerto 5 miliardi di dollari all’azienda del Voip

Ad agosto Skype aveva annunciato l’Ipo (la quotazione a Wall Street) in tempi brevi, ma la notizia di agosto sembra già da archiviare. Se saranno confermate le indiscrezioni di Tech Crunch, Skype, fondata da Niklas Zennstrom e Janus Friis, potrebbe essere acquisita da Cisco che avrebbe già offerto 5 miliardi di dollari.

La parabola di Skype potrebbe dunque essere questa: da eBay all’indipendenza per finire nel portafoglio di Cisco, che già possiede Jabber e soprattutto una ricca offerta di comunicazioni unificate e TelePresenza.

Ad agosto Skype, tornata di recente indipendente, dopo un (burrascoso) matrimonio con eBay, ha reso noto di aver avviato la procedura presso la SEC (Securities and Exchange Commission) per un’Offerta pubblica iniziale (IPO). Prima dello sbarco al Nasdaq, Cisco vorrebbe chiudere la transazione.

eBay aveva ceduto oltre il 70% di Skype a un fondo, ritenendo sopravvalutata l’acquisizione: ma l’offerta di Cisco dimostra che ha grande valore il Voip di Skype (approdato in 3G su iPhone e iPad) ed era stata eBay a non sapere integrare a fondo e con profitto l’acquisizione.

Ecco il fenomeno Skype in cifre: a causa della recessione del 2009, le chiamate internazionali low-cost stanno trainando il Voip di Skype con 54 miliardi di minuti; Skype sta per sbarcare anche in Tv; Skype ha superato i 400 milioni di utenti registrati (novembre 2009), ed era stata acquisita da eBay per 2,6 miliardi di dollari.

Cisco vuole Skype
Cisco vuole Skype
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore