Cisco vuole Tandberg: aumenta l’Opa a 3.41 miliardi di dollari

Aziende

Cisco non rinuncia all’azienda di video conferenze. L’Opa da 3 miliardi di dollari era stata giudicata troppo bassa

Cisco vuole Tandberg: invece di rinunciare alle richieste più alte, Cisco aumenta l’Opa a 3.41 miliardi di dollari dall’offerta precedente di 3 miliardi di dollari.

Tandberg, che ha sede ha Oslo in Norvegia e a New York, è un player europeo del settore della video comunicazione, in grado di fornire un’ampia gamma di soluzioni video end-point ed infrastrutture di networking di livello mondiale, caratterizzate dall’interoperabilità fra sistemi di aziende e vendor diversi. Con l’acquisizione proposta, Cisco espanderà la sua offerta in ambito collaboration.

Secondo i termini dell’accordo, Cisco aprirà un offerta in contanti per acquistare tutte le azioni libere sul mercato di Tandberg.

L’acquisizione dovrebbe chiudersi nella prima metà del 2010, ma è soggetta alle usuali condizioni di chiusura, incluse le revisioni normative previste negli Stati Uniti ed altrove. Cisco si attende che l’acquisizione porti un incremento dei suoi utili non-GAAP già dal 2011.

Cisco scommette sulla TelePresence e i servizi video in alta qualità hanno ridefinito il modo di comunicare, permettendo di sperimentare una comunicazione in video di semplice uso, immersiva e di alta qualità; tali servizi stanno diventando un segmento sempre più ampio del mercato delle soluzioni di collaboration.

Cisco vorrebbe integrare le soluzioni video endpoint e le infrastrutture di rete per la collaboration di Tandberg, in modo da ottenere interoperabilità fra aziende e fra sistemi di diversi vendor, e semplificare l’utilizzo di questi strumenti in tutti i segmenti di offerta: dalle soluzioni desktop alle soluzioni di tipo immersivo e multi-schermo quali la TelePresence. Da ciò trarranno beneficio i clienti Cisco, ma anche i competitor ed i partner, ma soprattutto trainerà il mercato della video comunicazione.

Cisco continua ad investire nel mercato europeo della struttura norvegese di Tandberg, affiancandola al suo team Service Provider video basato a Diegem, in Belgio. I 1.500 dipendenti di Tandberg nel loro insieme, con i centri di innovazione basati in Norvegia e nel Regno Unito, saranno estremamente importanti in questo processo.

A completamento della transazione, il CEO di Tandberg Fredrik Halvorsen guiderà il nuovo Telepresence Technology Group, riportando a Marthin De Beer, senior vice president del Cisco Emerging Technologies Group.

John Chambers, Presidente e CEO di Cisco, all’annuncio dell’Opa nelle scorse settimane, ha commentato: “Cisco eTandberg hanno culture aziendali molto simili e condividono una visione per cui è possibile cambiare il modo in cui si lavora nel mondo attraverso le tecnologie di collaborazione e di video comunicazione. La collaboration è un mercato che vale 34 miliardi di dollari, e sta crescendo rapidamente – grazie alle tecnologie di rete nel Web 2.0. Questa acquisizione è la prova della forza finanziaria di Cisco e della sua capacità di sfruttare rapidamente le transizioni di mercato per la sua crescita”.

Nei giorni scorsi, Logitech si è aggiudicata LifeSize , Con questa acquisizione, gli esperti di video-conferenze stand alone, non comprati da grandi gruppi, rimangono una rarità. Cisco vuole acquisire Tandberg, mentre LifeSize entrerà in Logitech: Polycom sarà l’ultimo player libero sul mercato delle video-conferenze.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore