Cisco vuole Tandberg per 2 miliardi euro

Aziende

Cisco ha nel mirino Tandberg ASA, l’azienda norvegese specializzata in materiali per video-conferenza. L’offerta durerà quattro settimane, ma ha buone chance per andare in porto

Cisco, dopo aver acquisito Pure Digital ed aver messo le mani su Flip Video, sta

per acquisire Tandberg Asa, l’azienda norvegese di materiali per video-conferenza. L’offerta di Cisco è maggiorata dell’11% sul prezzo di chiusura di ieri. L’Opa durerà quattro settimane, ma ha buone opportunità per andare in porto. L’Ad di Tandberg, Fredrik Halvorsen, continuerebbe a guidare l’azienda.

Cisco ha acquisito a marzo Pure Digital , il produttore di Flip Video, per 590 milioni di dollari. Con questa mossa, Cisco rafforza il suo business di networking enterprise combinandolo con il produttore consumer di videocamere digitali.

Le popolari videocamere Flip di Pure Digital sono andate ad affiancare la gamma consumer Linksys e a dare una spinta al cerchio utente-centrico di networking di videoconferenze avanzate. Da diverse stagioni, Cisco va a ripetere che il video è la nuova ondata Internet: dai tradizionali router e switch, Cisco si è spostata nei mercati della tele-presenza enterprise e consumer, offrendo una vasta gamma di servizi, che spaziano dalla presenza e messaggistica istantanea fino alle comunicazioni unificate e a soluzioni di contact center unificati.

La tele-conferenza è inoltre trainata dalla crisi economica. Con la tele-conferenza e la comunicazione via instant messaging, le aziende risparmiano soldi, evitano inutili dispendiosi viaggi e migliorano l’interazione e la produttività: lo hanno capito Nokia Siemens, IBM e Procter & Gamble.

Mesi fa Cisco è anche entrata nel mercato server con un server blade per i data center, sfidando Hp e Ibm (e proprio l’altro ieri ha scippato a Microsoft Debra Chrapaty , un manager di punta dei Data Center del colosso di Redmond).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore