Citrix promuove il “desktop dinamic”

Management

Con questa iniziativa, che coinvolge importanti aziende del settore, Citrix
intende incrementare la flessibilità e la possibilità di personalizzazione dei
desktop.

Un progetto che vede la partecipazione di importanti realtà del mondo It, quali Amd, Gemalto, Dell, Hp, Ibm, Neoware, Wmware e Wise, con l’obiettivo di modificare i principi e le modalità di delivery del desktop da parte dell’It, in modo che le aziende ne traggano maggiori benefici. Citrix, con i suoi partner, intende incrementare la flessibilità e le possibilità di personalizzazione dei desktop, in modo da supportare meglio tutte le attività d’ufficio: dalle operazioni più semplici a quelle più complesse. In questo modo verranno forniti sistemi su misura, configurati in modo da rispondere ai requisiti richiesti dalla maggioranza del personale di una azienda. Il delivery del desktop diviene quindi un servizio tagliato su misura del cliente. Alla base del progetto, sottolinea Citrix, ci sono i desktop equipaggiati con sistema operativo Windows, il cui delivery è possibile su qualunque tipo di rete. Un dynamic desktop comprende un dispositivo di accesso basato su Windows, una connessione di rete, un desktop Windows, un’infrastruttura di delivery desktop e tool per la gestione dell’esperienza desktop. I desktop dinamici potranno essere aggiornati e gestiti dai data center, ottimizzando sia la sicurezza che i costi di possesso (Tco) e massimizzando al contempo prestazioni e flessibilità. ??Sia che operino all’interno dell’azienda vera e propria oppure nell’ambito di una moderna organizzazione virtuale, gli utenti finali desiderano disporre di sistemi desktop veloci, sicuri e personalizzati, protetti dal rischio di esaurire memoria o capacità e in grado di essere aggiornati con un semplice click – ha spiegato Mark Templeton, presidente e chief executive officer di Citrix – Attraverso il supporto dei nostri partner di settore siamo in grado di offrire alle aziende tutti i vantaggi in termini di performance, sicurezza e Tco derivanti dal delivery diretto dei sistemi dal data center al desktop, senza comprometterne flessibilità, personalizzazione e disponibilità richieste??.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore