Class Action per l’antenna di iPhone 4

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Il problema dell’antenna diventa oggetto di cause giudiziarie: scattano due Class action

In due Stati degli Usa sono partite le prime due class action contro Apple. Il problema dell’antenna sta diventando una “barzelletta” in America: Bloomberg è arrivato a consigliare di usare i braccialetti di gomma da un dollaro o il Livestrong di Lance Armstrong, al posto del Bumper da 29 dollari di Apple.

Ma il problema dell’antenna non è solo oggetto di divertimenti, ma anche di cause giudiziarie. Sono state avviate le prime due Class Action contro Apple, accusata di negligenza, difetti di design, violazione delle clausole di garanzia, pratiche commerciali ingannevoli e frode. Una causa in Maryland e una in California.

Apple ha venduto 1.7 milioni di iPhone 4 in tre giorni (un record anche per l’iPhone), ma forse ha sottovalutato i problemi dell’antenna: l’aver voluto minimizzare le prime denunce di malfunzionamento ha irritato gli utenti. Hanno poi surriscaldato gli animi il consiglio (forse un po’ sprezzante…) sull’impugnatura da parte di Steve Jobs e il tentativo di vendere i Bumper in sei colori all’esorbitante prezzo di 29 dollari: come se Appe avesse saputo fin dall’inizio dei problemi e avesse predisposto i Bumper, pronti alla vendita.

ZdNet ha adombrato lo “spettro del Vista moment” a proposito di iPhone 4: non siamo ancora a questi livelli, perché iPhone 4 vende bene e ha se mai problemi, al contrario, di supply chain; tuttavia il problema dell’antenna non è più solo una barzelletta. Apple ha perso 3.05 dollari in Borsa a quota 248.48 dollari.

Bumper per Apple iPhone4
Bumper per Apple iPhone4
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore