Cloud computing, Amazon apre all’Europa

CloudServer

Ai servizi locali di storage e distribuzione dei contenuti si aggiungono quelli dei servizi di hosting erogati in modalità Saas

Amazon è uno dei protagonisti dei servizi di cloud computing sul territorio americano . Ora sbarca in Europa, e Amazon Web Services annuncia l’estensione al nostro continente dei suoi servizi Ict in hosting ( EC2, Elastic Compute Cloud).

Secondo la formula del cloud computing o Saas i servizi vengono fatturati ai clienti in funzione delle risorse It utilizzate. La società offre giàS3, un servizio di storage in linea, e CloudFront, un servizio di distribuzione dei contenuti , a partire da data center interni all’Unione Europea.

Amazon afferma che l’estensione all’Europa del servizio EC2 ridurrà il tempo di erogazione e di lancio di istanze di server virtuali dell’ordine di qualche minuto. Con Amazon S3 e Amazon CloudFront disponibili nell’area Ue i clienti che usufruiscono degli Amazon Web Services possono localizzare le loro attività di storage, distribuzione e trattamento dei dati direttamente in Europa.

I vantaggi sono doppi: riduzione dei tempi di latenza per i clienti europei e mantenimento della conformità alle norme relative alla conservazione dei dati valide per il territorio dell’Unione Europea.

A breve verranno presi in carico applicazioni su Windows Server e Sql Server.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore