Coinvolto anche Sony Online Entertainment

CyberwarMarketingSicurezza

Nell’attacco a Playstation Network e Qriocity, sono stati trafugati i dati personali anche di altri 24,6 milioni di account di Sony Online Entertainment. Gli utenti che rischiano furti d’identità salgono a 100 milioni di persone

Sony ha staccato la spina anche a Sony Online Entertainment (SOE), perché nell’attacco a Playstation Network e Qriocity, sono stati trafugati i dati personali anche di questo ramo dei servizi online di Sony. SOE è un servizio di gaming multiplayer online. Il servizio è stato messo offline per investigare a 360 gradi sul grado di intrusione.

Le informazioni sottratte anche in Sony Online Entertainment sono: i nomi clienti, indirizzi, account email, genere, data di nascita, numeri telefonici, nomi di log-in e passwords. Nella violazione del PlayStation Network potrebbero stati sottratti i dati (escluso il codice di sicurezza) di 10 milioni di carte di credito. Nel caso di Sony Online Entertainment, si teme per 10.700 dati (direct debit records listing bank account numbers) di utenti tedeschi, Austriaci, olandesi e spagnolo. Le Password invece erano protette da un livello di sicurezza detto hash algoritmo. Le più vulnerabili sono le e-mail, a rischio phising mirato.

Cosa rischiano gli utenti i cui dati personali sono stati compromessi? Soprattutto i furti di identità per anni. Il rischio, secondo Bloomberg, va esteso a circa 100 milioni di utenti. Invece diminuisce ogni giorno il valore delle carte di credito rubate, anche se si teme finite nel “mercato nero”, in quanto gli utenti le stanno mettendo in sicurezza. Inoltre Sony, che nelle indagini ha chiesto l’aiuto dell’Fbi, ripete che non c’è nessuna prova di compromissione del database delle carte di credito.

Secondo Wedbush Securities l’impatto finanziario di questo “fiasco” potrebbe essere di 50 milioni di dollari, per riparare ai “danni” delle eventuali frodi alle carte di credito, ai network e al marketing. Secondo Ponemon Institute per stabilizzare la fiducia degli utenti, dopo un data breach di queste dimensioni, ci vorranno circa sei mesi. Sony ha promesso che il network verrà blindato con misure di sicurezza più forti.

Leggi anche: Consigli per gli utenti di Playstation Network

Dì la tua in Blog Café: Le figuracce di Sony e non solo

Coinvolto anche Sony Online Entertainment
Coinvolto dal Data breach Sony Online Entertainment
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore