Collegamenti a Internet

Management

Generalmente passano del tutto inosservate, ma le differenze tra alcuni modelli e altri incidono in modo decisivo sulla qualità dell’accesso a Internet e su tutte le sue possibilità

L’avvento della tecnologia Adsl e la sua inarrestabile crescita come sistema di accesso a Internet a banda larga ha portato al fiorire di un mercato, quello dei router, che in precedenza era relegato agli ambienti aziendali. Al giorno d’oggi però le cose sono molto cambiate. Attualmente infatti, i router godono di una popolarità mai vista prima. In primo luogo, perché sono molto più semplici e comodi per la navigazione in Rete rispetto al tradizionale concetto di modem connesso a un solo Pc. In secondo luogo, perché nell’ambito dell’utenza privata inizia a essere frequente il caso di abitazioni in cui vengono utilizzati più computer: per garantire l’accesso a Internet a tutti questi computer, i router risultano indispensabili. Inoltre, questi dispositivi sono stati notevolmente migliorati con il passare degli anni. Inizialmente servivano soltanto per connettersi a Internet in modo autonomo e fornire le richieste dei computer mediante il protocollo Nat (Network Address Translation). Grazie a questo protocollo, più computer con diversi indirizzi Ip privati all’interno di una rete locale (Lan) potevano navigare in Internet utilizzando un unico indirizzo Ip pubblico. Attualmente la situazione è molto diversa e in questo confronto ve lo dimostreremo con numerosi esempi. Innanzitutto, sono stati integrati nei router dei punti di accesso wireless, che moltiplicano la connettività, utilizzando a questo scopo gli standard 802.11b e 802.11g. D’altra parte, un numero elevato di router offre funzionalità di protezione avanzate, quali firewall personalizzabili e sicuri, sistemi di filtraggio dei contenuti, controllo della larghezza di banda secondo utente/servizi o, persino, antivirus integrati. Questi ultimi si incaricano di filtrare tutti i pacchetti di dati in ingresso e in uscita cercando eventuali virus. Non sono infallibili, ma contribuiscono certamente a proteggere da possibili attacchi. Va inoltre sottolineato che molti router consentono connessioni Vpn, grazie alle quali è possibile creare tunnel di dati tra computer o postazioni remote mediante crittografia e autenticazione a elevata sicurezza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore