La colletta per i regali si fa online con Growish

AziendeFormazioneManagementMarketing
La colletta per i regali si fa online con Growish
1 0 Non ci sono commenti

Growish è la startup che consente di raccogliere denaro tra amici sul web e di comprare un regalo, tramite la formula della “colletta” online

Growish è la startup innovativa che permette di raccogliere denaro tra amici sul web e di comprare un regalo, tramite la formula della “colletta” online. Sostenuta dall’incubatore Digital Magics, il servizio italiano di collective payment aggiorna la piattaforma tecnologica e si distingue grazie a un nuovo modello di business.

Su Growish amici, parenti e colleghi, anche distanti fra loro, potranno condividere la spesa, acquistando “in quote” un regalo per ogni occasione: il tutto, in modo automatico, semplice e sicur. La piattaforma tecnologica sviluppata da Growish consente agli utenti di sfruttare per la raccolta un istituto europeo autorizzato all’emissione di moneta elettronica.

Una volta aperta una “colletta”, si potranno invitare gli altri partecipanti via e-mail o tramite Facebook. Growish permette agli utenti di raccogliere denaro, conservarlo sotto forma di moneta elettronica e destinarlo successivamente all’organizzatore della “colletta”, al destinatario o alle aziende partner della startup per acquistare il regalo.

La colletta per i regali si fa online con Growish
La colletta per i regali si fa online con Growish

Le startup innovative sono società di capitali, costituite anche in forma di cooperativa che rispondono a requisiti molto precisi: non è possibile il modello di scatole che contengono altre scatole; la start up è orientata allo sviluppo, alla produzione e alla commercializzazione di prodotti o servizi innovativi; il valore della produzione non deve oltrepassare i 5 milioni all’anno. La domanda d’iscrizione avviene in forma telematica con firma digitale, il tutto attraverso una Comunicazione Unica al registro delle imprese, all’Agenzia delle Entrate, all’INPS e all’INAIL tramite il software gratuito ComUnica. La registrazione avviene su registroimprese.it: è necessario disporre di un dispositivo (Smart Card o Token del costo il primo di circa 25 euro e di 70 il secondo) per la firma digitale rilasciato dalla camera di commercio o da qualsiasi certificatore accreditato. La registrazione è gratuita e l’identificazione avviene tramite CNS o user id e password.

Finora sono state censite 1227 startup innovative in Italia, 113 le startup hi-tech finanziate, 97 sono gli incubatori e acceleratori (64 pubblici e 33 privati), 32 gli investitori istituzionali (6 pubblici e 26 privati), 40 i parchi scientifici e tecnologici (37 pubblici e 3 privati), 65 gli spazi di coworking e 33 le competizioni dedicate alle startup. Ammontano a 7 le associazioni dedicate e 13 le comunità online che offrono risorse agli startupper. Le startup innovative sono per il 50% localizzate al nord, per il 36% al centro e per il 14% al sud. Ben 232 hanno sede in Lombardia, 135 in Emilia-Romagna, 120 nel Lazio, 113 in Veneto, 111 in Piemonte, 92 in Toscana. Le startup finanziate hanno per il 46% sede al nord, per il 26% al centro e per il 28% al sud (39 funded startup sono lombarde, 17 venete, 11 campane, 10 laziali, 7 toscane, 6 sarde). Nel 2012 sono stati investiti 112 milioni di euro in startup hi-tech. Per il 2013 gli investimenti complessivi si aggirano sui 110 milioni di euro. Nel 2012 il 70% degli investimenti nelle startup hi-tech è merito di Investitori istituzionali, mentre il restante 30% fa capo a Business Angel, Family Office e Incubatori/Acceleratori. Il 73% delle startup è focalizzata nell’ ICT, il 16% nell’energia e nelle rinnovabili, il 9% nelle Life Science.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore