Colpo grosso contro la pirateria in Cina

Aziende

Blitz nelle regioni del Sud della Cina: centinaia di clienti Microsoft hanno
fornito prove per aiutare l’Fbi e il Public security bureau cinese a smantellare
il sistema criminale.

Microsoft sta concretamente cercando di arginare il fenomeno dei contraffattori di software, direttamente nei luoghi in cui questi criminali operano. E’ ciò che sta accadendo in queste ultime settimane in Cina, dove molti clienti e partner della multinazionale americana stanno collaborando con l’Fbi e il Public security bureau (Psb) cinese, per stroncare l’attività della maggiore associazione di contraffattori di software situata nella provincia di Guangdong, nel sud della Cina. Secondo gli investigatori, l’associazione è presumibilmente responsabile della fabbricazione e distribuzione di software Microsoft contraffatto del valore di oltre due miliardi di dollari. Ciò che è stato scoperto avvalora questa ipotesi. Sono state infatti identificate numerose fabbriche coinvolte nella produzione di Cd, punto di partenza dei prodotti Microsoft contraffatti, che venivano venduti ad aziende e consumatori in tutto il mondo. Il software contraffatto, trovato in 27 paesi e in 5 continenti, conteneva versioni falsificate di 13 dei prodotti Microsoft più popolari, incluso Windows Vista, Microsoft Office 2007, Office 2003, Windows Xp e Windows Server. Le soluzioni sono state riprodotte in almeno 8 lingue: croato, olandese, inglese, tedesco, italiano, coreano, spagnolo e cinese semplificato. Si ritiene che i 55.000 Cd esaminati costituiscano meno del 1% delle milioni di copie contraffatte che si stima siano state prodotte e distribuite nei paesi di tutta Europa, Medio Oriente, Asia, Australia, Usa e Canada. Clienti Microsoft e rivenditori hanno svolto un ruolo di primo piano in questa indagine, aiutando Fbi e Psb a identificare e costruire il caso contro l’associazione di contraffattori basata in Cina. Decine di migliaia di clienti si sono avvalsi della tecnologia anti-piracy Microsoft Windows Genuine Advantage per identificare il software falso. Più di 1.000 di questi clienti hanno successivamente sottoposto le copie fisiche contraffatte di Windows Xp ad analisi. In questo modo Microsoft è stata in grado di collegarle all’associazione dei contraffattori. Inoltre, più di 100 rivenditori sono riusciti a rintracciare il software contraffatto e hanno fornito la prova fisica per procedere per vie legali, come messaggi e-mail, fatture e pagamenti. ??Non è esagerato affermare che l’abilità dei nostri clienti nell’identificare il software contraffatto attraverso Windows Genuine Advantage – ha dichiarato David Finn, associate general counsel per il worldwide anti-piracy e anti-counterfeiting di Microsoft – e il conseguente aiuto dei nostri partner, è stato fondamentale per identificare definitivamente questo enorme network di contrabbando?. Stando agli esperti, la contraffazione sottrae ogni anno all’industria del software circa 40 miliardi di dollari. Il quarto studio annuale di Bsa e Idc sulla pirateria del software a livello globale ha stimato un tasso di pirateria informatica a livello mondiale pari al 35% nel 2006. La riduzione di solo il 10% nei prossimi quattro anni potrebbe potenzialmente generare 2.4 milioni di nuovi posti di lavoro, una crescita economica di 400 miliardi di dollari e 67 miliardi di dollari di nuovo gettito fiscale per l’economia mondiale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore