Come leggono gli italiani? Tra libri di carta e ebook

E-commerceMarketingSocial media
E-book e libri protagonisti al Salone del Libro di Torino, aspettando il report di AIE - Nielsen
11 11 Non ci sono commenti

Un’indagine Nielsen svela come leggono gli italiani ‘digitalmente’ attivi, tra libri di carta e ebook. Uno sguardo di insieme sui dati della ricerca presentata a Editech 2015

Gli italiani amano comprare i libri online, ma li comprano ancora di carta. Lo fanno così nel 97 percento dei casi, proprio tenendo conto solo degli acquisti di libri effettuati online. Tuttavia oltre il 40 percento compra ebook e si arriva a un italiano su due che legge ‘elettronico’ se consideriamo anche il numero di coloro che scaricano ebook gratuiti.

Lo dice l’indagine Nielsen “Consumer book buying, in digital and print”, che è stata presentata in anteprima a Editech 2015 – in occasione del Digital Marketing Day che si conclude oggi – un appuntamento sull’innovazione tecnologica nel settore dell’editoria libraria, organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE).

Lo studio è stato svolto su un campione di 2000 individui, che fosse rappresentativo degli utenti digitali tra i 18 e i 64 anni. Tra chi acquista online gli ebook emerge che il 33 percento lo legge addirittura su pc o laptop, un altro 33 percento su tablet (con preponderanza di utenti iPad), e solo uno su cinque lo fa su un e-reader, che in Italia vede la preferenza per il Kobo rispetto al Kindle. E il perché è facile da capire. I nostri editori hanno sposato la piattaforma Adobe di gestione dei diritti di lettura e, nelle librerie, proposto dai nostri editori, è più facile trovare Kobo. Un italiano su sei comunque legge gli ebook da cellulare.

Kobo Aura 6
Kobo – Una ricerca Nielsen dice che Kobo in Italia è preferito dal pubblico che compra ebook rispetto ad altri dispositivi

Gli italiani leggono elettronico per spuntare il prezzo migliore, lo dichiara il 25 percento del campione che afferma di comperare spesso ebook, proprio per il prezzo più basso. E, per quanto riguarda la fonte della scelta, la ricerca spiega che oggi i libri di carta si scoprono e si comprano online prima di tutto grazie ai reading degli autori, mentre gli ebook, invece, si acquistano dopo aver navigato sui siti delle librerie online, sui siti degli autori e degli editori e ancora grazie ai reading.

La scelta poi avviene ancora grazie al passaprola, ma questo vale soprattutto per i libri di carta, mentre per gli ebook la fonte di ispirazione sono ancora le riviste online. Oramai i lettori sembrano vaccinati nei confronti delle strategie di email marketing e delle newsletter degli editori, o la pubblicità, quasi come se l’editore fosse garante per la qualità della stampa e del prodotto, ma non attendibile nello ‘spingere’ il libro che davvero merita di più di essere letto, per giudicare la qual cosa gli amici restano la fonte migliore. All’editore, caso mai spetta il compito, fruttuoso pare dalle statistiche, di dare il “la” alle comunità di social reading, animate dai lettori che si scambiano opinioni e citazioni dei testi. La citazione di passi e brani, con i commenti dei lettori sui social pare possa molto di più di qualsiasi strategia di marketing.

I dati infine raccontano che all’aumentare dell’età cresce la lettura di quotidiani e periodici online, e che chi acquista ebook utilizza molto di più i social media rispetto a chi legge i libri di carta, ma questa non è una sorpresa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore