Come realizzare una rete privata virtuale (VPN)… con investimenti nulli, costi bassissimi e utilissime funzioni per collaborare

Workspace

Esistono soluzioni software pronte per l’uso, realizzabili anche da
parte di utenti non esperti, che garantiscono efficacia e convenienza.

Roma – In Italia l’utenza business di Internet si sta dividendo in due grandi categorie: coloro che hanno la convenienza ed i mezzi per affrontare gli opportuni investimenti ed i costi di gestione per procurarsi soluzioni di collaborazione in rete e coloro ai quali, dati gli attuali costi, non conviene una soluzione ad hoc e rinunciano quindi a sfruttare appieno le possibilita’ di Internet. Moltissime organizzazioni si limitano ad utilizzare il Web per conoscere e raccogliere informazioni e la posta elettronica, talora ma piu’ raramente anche le chat room ed i siti ftp, per comunicare, scambiare dati, insomma, lavorare con la Rete. Eppure costoro trarrebbero enorme profitto da una piu’ stretta collaborazione tra sedi distanti, con clienti e fornitori abituali, con collaboratori esterni o in viaggio, etc. situati talvolta in altri paesi del mondo. Questo e’ dovuto non tanto alla mancanza di soluzioni alternative quanto alla struttura del mercato dei servizi informatici. Da un lato gli utenti finali non si sentono in grado di fare scelte autonome in questo senso, come invece gia’ avviene per altri servizi piu’ diffusi e conosciuti come la posta elettronica, dall’altra le societa’ di consulenza informatica preferiscono spesso, anche per motivi commerciali, proporre soluzioni ad hoc che hanno il pregio indiscusso di adattarsi pienamente alle esigenze dell’utente in quel momento, ma richiedono investimenti e spese di gestione ed adeguamento nel tempo non trascurabili. Molti quindi, costretti a scegliere tra un vestito di alta sartoria e un saio di tela di sacco, si trovano costretti a scegliere quest’ultimo, anche se non e’ quello che si adatta alle loro esigenze e, soprattutto, alle esigenze dei loro affari. Questa scelta drastica non e’ piu’ necessaria! Il servizio consente di creare attrezzatissime reti private virtuali senza investimenti e con costi contenuti, anche ad un utente non particolarmente esperto di Internet e senza bisogno di consulenza specialistica. Si tratta in sostanza di una soluzione VPN prêt a’ porter. Non solo condivisione di dati, sia situati sul server easydesk che residenti sulle macchine degli utenti, ma anche la possibilita’ di creare chat room, forum accessibili anche da Web, accettare visitatori autoregistrati da Web, tenere conferenze vocali con piu’ utenti, fare presentazioni e mostrare documenti ed immagini a distanza, tutto questo e altro e’ possibile con easydesk: molto di piu’ quindi di una VPN. easydesk consente un periodo di prova gratuita e senza impegno della durata di un mese per la sperimentazione. Il servizio base a pagamento viene invece erogato con un abbonamento annuale del costo di 180 euro + IVA , comprendente 50 MB di memoria remota e fino a 5 utenti. Per le risorse aggiuntive l’abbonamento puo’ essere espanso tramite un sistema di ricarica punti che ha lo stesso meccanismo di una normale ricarica del cellulare. Per saperne di piu’ si puo’ visitare il sito o chiedere informazioni a .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore