Come se la passeranno i virus nel 2003

firewallSicurezza

Secondo i produttori di antivirus 600-700 nuovi virus al mese colpiranno i sistemi di instant messaging

Secondo la dichiarazione di martedì scorso di un esperto in antivirus, gli utenti di computer devono prepararsi ad una nuova ondata di virus, in particolare quelli che si sviluppano nei sistemi di instant messaging, quelli che consentono agli utenti di comunicare velocemente ed economicamente attraverso la rete. La Sophos Plc, società con sede in Gran Bretagna, considerata la quarta più importante produttrice di tecnologia antivirus, prevede che un numero maggiore di virus, comprese le varianti in grado di autopropagarsi, infetteranno i computer nel 2003, ma non è previsto che il loro numero cresca significativamente. I compilatori di virus sono molto interessati a creare il prossimo super-virus per Windows, da diffondere con lemail o gli instant messenger, visto che questi virus mass-mailing creano limpatto migliore ha detto Graham Cluley, capo consulente tecnico alla Spphos, in una conferenza stampa. Questanno ci aspettiamo più virus con allegati eseguibili, mentre ne vengono compilati più virus che utilizzano i sistemi di instant messaging. Tra questi, i più famosi sono AOL, ICQ, Microsoft Instant Messaging e un sistema simile creato da Yahoo. Secondo un portavoce di Sophos, non cè uno specifico software particolarmente vulnerabile. Sophos si aspetta di assistere anche ad una crescita nel numero dei cosiddetti Backdoor Trojan, i virus che aprono brecce nei sistemi operativi consentendo agli hacker linstallazione di Remote Access Tools (RATs) per il controllo remoto dei computer. Al momento si conoscono circa 80.000 virus, ne sono stati registrati circa 600-700 nuovi ogni mese nel 2002, così come nel 2001. Nel 2000, invece, se ne registravano dagli 800 ai 900 nuovi ogni mese. Non ci aspettiamo unaccelerazione nella comparsa di nuovi virus, piuttosto una crescita contina tra i 600 e i 900 al mese, come lanno scorso. Questo può essere attribuito allintroduzione di software antivirus migliorati e ad utenti più vigili. I software antivirus funzionano generalmente bene per individuare i virus, ma lanello debole è lessere umano, che spedisce allegati senza pensarci.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore